Rimborsi fino a 1.000 per l’acquisto di rubinetti, lavandini, soffioni per doccia e sanitari

A breve l’Agenzia delle Entrate fornirà chiarimenti ai contribuenti che intendono approfittare delle più recenti agevolazioni fiscali. Con gli Esperi di ProiezionidiBorsa capiremo come ottenere rimborsi fino a 1.000 euro per l’acquisto di rubinetti, lavandini, soffioni per doccia e sanitari. Oltre all’intenzione di rimettere in moto la macchina dell’economia nazionale, il Governo non trascura la tutela dell’ambiente. Il recente emendamento alla manovra governativa risponde difatti all’urgenza di adottare misure che riducano drasticamente gli sprechi di acqua.

Di qui lo stanziamento di 20 milioni di euro per incoraggiare e sostenere economicamente la sostituzione di sanitari e apparecchi che contengano i consumi idrici. La nostra Redazione si è già occupata dei bonus che il Governo eroga a vantaggio del miglioramento energetico e della riduzione dell’emissione di sostanze nocive. Nello specifico rimandiamo alla lettura dell’articolo “L’Agenzia delle Entrate chiarisce come risparmiare il 50% sull’acquisto di finestre e infissi”. Per il prossimo anno invece esiste la possibilità di ottenere rimborsi fino a 1.000 euro per l’acquisto di rubinetti, lavandini, soffioni per doccia e sanitari. Ciò equivale a dire che si potrebbe approfittare di questa vantaggiosa facilitazione fiscale per ridurre i consumi domestici di acqua e dare nuova veste al bagno.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Acquista lo smartwatch XW 6.0 con il 70% di sconto

Scopri ora l'offerta

Smartwatch

Rimborsi fino a 1.000 euro per l’acquisto di rubinetti, lavandini, soffioni per doccia e sanitari

Per conoscere i dettagli del bonus idrico bisognerà aspettare i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate. Di sicuro il finanziamento per il risparmio idrico offrirà un bonus di importo pari a 1.000 euro ai contribuenti che ne faranno richiesta entro dicembre 2021. Il Ministero dell’Ambiente attingerà rilevanti risorse economiche dal Fondo per il risparmio idrico in modo da incentivare specifici interventi e acquisti.

In particolare si intende promuovere l’installazione di nuovi rubinetti, vasi sanitari, colonne doccia che limitano il flusso e lo spreco di acqua. Fra le spese che rientrano nel bonus idrico figura l’installazione di soffioni da doccia, rubinetteria, lavandini, water con portata idrica inferiore a 6 litri. A ciò si aggiungano i costi dello smontaggio e dello smaltimento del precedente vaso sanitario, rubinetto, miscelatore o altro.

Consigliati per te