Rimbalzi in atto. I mercati valutari fra risk on e risk off, Analisi a cura degli uffici studi di 24Option

a cura di Davide Marone Account Manager 24Option
Ebbene il risk off che si è innescato in questi giorni sui mercati a seguito della questione turca, vive in queste ore un’attenuazione visibile con una positiva partenza delle Borse ed un freno ai guadagni del dollaro americano e dello yen. Proprio queste due valute erano state ancora ieri protagoniste di salite significative, così come le Borse che di contro stornavano in maniera significativa.
Cosa attenderci per la giornata di oggi? In primo luogo il calendario economico ci presenta qualche elemento in più: il Pil Tedesco in primo luogo delle ore 8 che però non ha condotto a particolare volatilità. A venire, ci attendono i dati sul lavoro in Gran Bretagna alle 10.30 che potrebbero dunque impattare sulla sterlina, seguiti da ZEW Tedesco e PIL dell’Eurozona alle 11. Il pomeriggio non presenta invece release di rilievo sul fronte americano.
L’eurodollaro vive ora una fase laterale con una price action figlia però dei ribassi strutturali di settimana scorsa. Diremmo pertanto che il panorama resta ribassista con tenuta dei livelli a 1,1440 e possibili riavvicinamenti ai minimi relativi a 1,1365. Come riportato ieri, solo una rottura di questo punto, potrebbe condurre a ribassi importanti verso 1,13.
Poco pulito l’UsdJpy che dopo la violazione di 110,70 pareva potesse proseguire i ribassi. Area 111,20 appare ora la resistenza in grado di frenare queste salite di nuovo in direzione proprio di 110,70. Per long importanti occorrerà invece aspettare sopra 111,40.
Pausa anche per GbpUsd che ha messo a segno ieri una candela giornaliera rialzista dopo 8 sessioni consecutive al ribasso. Il cammino fin qui è stato tecnicamente molto lineare e verosimilmente i dati di questa mattina contribuiranno a darne continuità o spezzarla. L’area che va tra 1,2820 e 1,2800 è da considerarsi zona di resistenza per attivazione di possibili vendite. L’obiettivo è il ritorno sui minimi a 1,2730. Sopra 1,2835 contemplabili i long.
Buona anche la price action del Dax ieri con la violazione di 12.340 punti, tuttavia ad ora invalidata dalle potenti partenze in gap rialzista di questa mattina. Riterremo utile e prudente valutare short di ritorno sotto 12.390 verso 12.300 o in limit in area 12.485. Contorto invece lo scenario di acquisto.
Perfetto l’oro che dopo la violazione di 1.204 è giunto perfettamente a 1.194. Precisi dunque gli arresti a tali livelli con il sentiment che tuttavia potrebbe rimanere bearish. In tal caso considereremo discese sotto i minimi a 1.191 per una potenziale portata anche di 10$ di quotazione.
(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te