Rientro a casa dalle ferie: come curare l’allergia alla polvere 

Rientro a casa dalle ferie: come curare l’allergia alla polvere. Il rientro nella casa di città, nei primi giorni di settembre, è sempre molto impegnativo. Coprire mobili e divani con teli bianchi, come facevano le nostre nonne, non si usa più. Dunque, torniamo in ambienti che sono stati in balia dei ragni e della polvere per un mese. Pruriti e allergie in questi giorni si moltiplicano: basta sedersi sul divano per provare irritazioni del naso e della pelle. Ecco come combatterli con gli esperti di Salute e Benessere di Proiezionidiborsa.

Perché la polvere ci provoca allergie

L’accumulo di polvere è un problema piuttosto sottovalutato, soprattutto dai giovani che vanno ad abitare per conto proprio oppure dagli anziani che rimangono soli. Ma le conseguenze possono essere molto spiacevoli: dermatiti, arrossamenti, infiammazioni delle vie respiratorie. I responsabili delle allergie da polvere sono gli acari, che si nascondono in abitazioni con microclima caldo e umido superiore ai 20 gradi centigradi.

Questi insetti microscopici, responsabili del 50% di allergie, si nutrono di residui di capelli, pelle, unghie. Le loro feci rilasciano enzimi che provocano reazioni allergiche nell’uomo. Sono reazioni di tipo cutaneo come irritazioni e arrossamenti. Ma anche di tipo respiratorio, asmatico: si manifestano con bruciore in gola e tosse.  Siamo tutti consapevoli di quanto, di questi tempi di post Covid-19, un colpo di tosse metta in serio allarme i nostri familiari e i nostri amici. Dunque è importante distinguere la tosse allergica da quella influenzale.

Dove si deposita la polvere più pericolosa

Rientro a casa dalle ferie: come curare l’allergia alla polvere. La pulizia costante di mobili e pavimenti è importante. Dobbiamo passare la spugna umida e il panno antistatico dietro i termosifoni e le stufe, dietro gli elettrodomestici e sopra gli armadi. Battete e pulite con aspirapolvere dotata di filtro Hepa materassi e divani, dopo averli cosparsi di bicarbonato e spruzzati leggermente di candeggina. Dopodichè, aspirate bene tappeti e pavimenti, lavare in acqua e aceto le scope e le spazzole per i capelli dopo averle usate.

Rientro a casa dalle ferie: come curare l’allergia alla polvere

Innanzitutto, bisogna essere sicuri di questo tipo di allergia. In farmacia e su internet si trovano dei self test che analizzano una goccia del nostro sangue. Ci possono confermare se siamo veramente allergici alla polvere oppure no. Usare i guanti di gomma e una mascherina quando si puliscono angoli molto polverosi è indispensabile. Un’alimentazione a base di tè rosso, cipolle, carote e capperi riduce la propensione alle allergie. La vitamina C inoltre, lavora come antistaminico naturale: riduce le irritazioni delle vie respiratorie, il gonfiore nasale e il mal di testa.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te