Riciclare gli avanzi con uno dei piatti più famosi del Sudamerica

Non c’è nulla di meglio di un buon piatto che comprende proteine e carboidrati, ideale anche per il meal prepping (preparazione anticipata dei pasti settimanali). Direttamente dalla tradizione boliviana, un modo furbo per riciclare gli avanzi con uno dei piatti più famosi del Sudamerica.

Riciclare gli avanzi, sì, ma non solo: questi ingredienti sono sempre presenti in dispensa e la loro reperibilità renderà facilissimo preparare l’aji de albondigas.

Aji de albondigas boliviane: non solo avanzi

Questo piatto consiste in polpette di carne macinata, molto ben condite. Le dimensioni di queste polpette sono ideali per adattarsi a uno o due bocconi. Diversi sono i modi per prepararle e sono generalmente a base di manzo, maiale (volendo, anche pesce) vegetariane. La parola “albondigas” è spagnola, ma di origine araba (al-bunduqa) e significa, appunto, “palla”.

La redazione di ProiezioniDiBorsa si augura che questo piatto, uno dei più famosi del Sudamerica, riesca a deliziare le papille gustative dei lettori.

Ingredienti

  • 500 grammi di carne macinata;
  • 2 cucchiai di cipolla tritata;
  • peperoncino macinato, circa due cucchiai;
  • 2 uova;
  • 1 tazza di pangrattato o di fette biscottate sbriciolate;
  • 1 cucchiaino di sale;
  • pepe nero in polvere q.b..

Occorrente per la salsa:

  • 30 g di burro;
  • 2 spicchi d’aglio privati dell’anima, tritati finemente;
  • 1 cipolla;
  • 1 peperoncino;
  • 150 g di salsa di pomodoro;
  • 100 g di piselli (vanno bene anche in scatola);
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna;
  • 60 ml di vino bianco secco.

Riciclare gli avanzi con uno dei piatti più famosi del Sudamerica

Aggiungere le uova e il pangrattato alla carne macinata e condire con sale, pepe e cipolla, mescolando bene. Dopodiché, formare delle palline di circa 3 cm di diametro e posarle in una padella unta a fuoco basso, in modo che si abbrustoliscano.

In un frullatore, frullare la salsa di pomodoro (va bene anche aggiungere un pizzico di concentrato), con il peperoncino, l’aglio, lo zucchero e la cipolla. Girare le polpette, aggiungere il burro e i piselli, facendoli rosolare insieme per un paio di minuti. Sfumare con il vino e poi aggiungere la salsa frullata.

Lasciare amalgamare i sapori per quindici minuti circa a fuoco basso, è importante che la salsa non si rapprenda troppo. La padella dovrà restare, perciò, coperta. Volendo, è possibile anche aggiungere erbe come basilico e rosmarino prima della cottura finale.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te