Ricetta tradizionale della vera caponata siciliana

La caponata palermitana, o siciliana, che dir si voglia, è un piatto di origini antiche e contadine, perfetto sia come secondo che come contorno. Nel XVIII secolo, esso costituiva un piatto unico, con qualche tozzo di pane.

Piatto di derivazione spagnola, il suo ingrediente principale era, alle origini, la lampuga. Si tratta di un pesce pregiato ad appannaggio esclusivo degli aristocratici, condito con una salsa agrodolce che è la stessa che caratterizza la caponata.

Il popolo, non avendo la possibilità di acquistare la lampuga, l’ha sostituita con le melanzane fritte. Ecco, dunque, la ricetta tradizionale della vera caponata siciliana, così come si tramanda in tutta la splendida e assolata Sicilia.

Questo piatto, più di molti altri, incarna perfettamente le percezioni tipiche del contesto mediterraneo, diventando sintesi di aromi, sapori, consistenze. La ricetta stessa è un crocevia sensoriale di culture e civiltà, come accade con le suggestioni arabe e greche di piatti tipici come la moussaka, sempre a base di melanzane.

Ricetta tradizionale della vera caponata siciliana

Alcuni asseriscono che il nome del piatto potrebbe trovare la propria radice etimologica nella parola “caupone”, con riferimento alle taverne della zona del porto, ritrovo dei lupi di mare.

In ogni caso, si tratta di una pietanza sostanziosa e strutturata per la presenza di verdure fritte. Infatti, il delizioso guazzetto agrodolce che si andrà a generare è perfetto per essere gustato da solo con crostoni di pane caldo.

Ingredienti della caponata siciliana

  • 1 kg di melanzane;
  • 200 g di passata di pomodoro;
  • 100 g di olive verdi;
  • 1 cipolla;
  • 70 ml di aceto;
  • 1 costa di sedano;
  • 20 g di capperi;
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro;
  • 1 cucchiaio di zucchero;
  • olio per friggere;
  • olio extravergine di oliva;
  • sale.

Procedimento

Innanzitutto, lavare e tagliare le melanzane a cubi abbastanza grandi. Salare e mettere a scolare, per togliere all’ortaggio il sentore amaro. In una casseruola, poi, soffriggere la cipolla tagliata sottile, con un filo d’olio. Abbassare la fiamma quando sono dorate.

Aggiungere, poi, il concentrato di pomodoro e mescolare. Dopo di che, aggiungere anche la passata. Far cuocere il sugo per 10 minuti, aggiungendo poca acqua.

Nel frattempo, sciacquare e strizzare leggermente le melanzane con un panno, una volta asciutte vanno fritte. Nello stesso olio, eseguire una breve cottura del sedano e delle olive, snocciolate e schiacciate, non tagliate.

A questo punto, è giunto il momento di assemblare la caponata. Unire le melanzane al sugo, con le olive, il sedano e i capperi precedentemente dissalati. Mescolare lo zucchero all’aceto e irrorare la caponata, che a questo punto è pronta per essere servita.

Lettura consigliata

Menù vegano per un pranzo economico e veloce da 1 euro a portata

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te