Ricetta per fare le arancine siciliane croccanti senza carne anche al forno

Chi ha visitato almeno una volta la Sicilia avrà di certo apprezzato le sue tante bellezze paesaggistiche, artistiche, archeologiche. Forse ha soggiornato in una località balneare o avrà visto da vicino la maestosità dell’Etna. Senza dubbio avrà pure assaggiato qualche specialità gastronomica, magari accompagnata da un buon bicchiere di vino locale.

Uno dei cibi che rappresentano l’isola è indubbiamente l’arancina, detta anche arancino. La classica ha all’interno il ragù di carne oppure il burro. Vi sono anche tante altre versioni, come quella che andremo a scoprire tra poco.

Come fare le arancine senza carne

Uno dei piatti tipici siciliani è la pasta alla Norma. Uno degli ingredienti è la melanzana. Per cucinare le arancine che richiamano quel primo ci occorreranno:

  • 1 kg di riso, metà Parboiled e metà Carnaroli;
  • 2 l di brodo vegetale;
  • una bustina di zafferano;
  • una melanzana;
  • 200 g di mozzarella fior di latte;
  • 350 ml di salsa di pomodoro;
  • 250 g di farina di semola;
  • 400 ml d’acqua;
  • pangrattato da pane di semola di grano duro;
  • una cipolla piccola;
  • olio di semi o d’oliva;
  • sale e pepe.

Per togliere eventualmente l’amaro della melanzana laviamola e asciughiamola. Ora tagliamola a fette e mettiamola in un colapasta con del sale. Dopo averla spurgata, tagliamola a tocchetti e friggiamola in padella con l’olio, sale e pepe.
In un’altra padella riscaldiamo un po’ d’olio e facciamo soffriggere la cipolla tritata. Versiamo la salsa di pomodoro e dopo aggiungiamo del sale. Cuociamo il nostro sugo e mettiamolo da parte.
Ora è la volta del riso. Prepariamo il brodo vegetale o usiamone uno pronto. Al bollore, versiamo il riso nella pentola e lasciamo cuocere. Appena è al dente versiamo in pentola lo zafferano. Mescoliamo e versiamo il riso in una teglia per farlo raffreddare.

Come impanarle

Ora dedichiamoci alla pastella. Per fare degli arancini gustosi e croccanti bisogna non solo preparare un buon ripieno ma curare anche l’impanatura. Mescoliamo, quindi, 250 g di farina di semola con dell’acqua finché avremo ottenuto una specie di cremina. In un altro contenitore, invece, versiamo del pangrattato. Prendiamo adesso un po’ di riso e sistemiamolo a conca in una mano. Mettiamo della salsa, qualche pezzetto di mozzarella e un po’ di melanzana fritta.

Ricetta per fare le arancine siciliane croccanti senza carne anche al forno

Dopo aver messo il ripieno, chiudiamo con un altro po’ di riso e formiamo l’arancina. Passiamola prima nella pastella e poi nel pangrattato, e posiamola su un vassoio. Proseguiamo con tutti gli ingredienti. Facciamo riscaldare l’olio e friggiamo le arancine immergendole completamente. Appena dorate togliamole con una schiumarola e mettiamole su carta casa.

Se volessimo evitare la frittura dovremo mettere le arancine impastellate e impanate su una teglia con carta forno. Spennelliamole con un po’ di olio di oliva e cuociamole in forno a 180 gradi per circa 30 minuti o fino a doratura.
Con questa ricetta per fare le arancine siciliane faremo di certo un figurone con i nostri amici, magari raccontando loro tutte le meraviglie dell’isola che abbiamo visto in vacanza.

Lettura consigliata

Non solo salate ma anche dolci queste arancine siciliane di Santa Lucia sono davvero una bomba di golosità

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te