Ricetta facile e veloce per pane di tumminia fragrante e morbido con semi di zucca e girasole

Il modo di dire “essere buoni come il pane” la dice lunga sull’alta considerazione che si ha del pane. Tanto da usarlo come metro di paragone per misurare la bontà delle persone o degli animali. È alla base della nostra cultura culinaria da Nord a Sud. Le tipologie che si possono apprezzare in ogni regione d’Italia sono davvero tante. In questa rubrica ci vogliamo occupare, in particolare, della ricetta facile e veloce per pane di tumminia fragrante e morbido con semi di zucca e girasole.

La ricerca di uno stile di vita sano e di una alimentazione equilibrata porta sempre più spesso a recuperare antichi sapori. La “tumminia” è una tipologia di farina che si estrae da un grano coltivato specialmente in Sicilia. Questo grano, detto anche “timilia”, è usato per la preparazione del pregiato pane di Castelvetrano.

Ecco la ricetta facile e veloce per pane di tumminia fragrante e morbido con semi di zucca e girasole

Vediamo come farlo in casa

  • 500 grammi di farina di tumminia;
  • 7 grammi di lievito di birra disidratato;
  • 1 cucchiaino scarso di sale;
  • mezzo cucchiaino di zucchero;
  • 1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva;
  • 300 ml di acqua tiepida;
  • 50 grammi di mix di semi.

Adesso mani in pasta

Prendiamo una ciotola capiente e versiamo la farina, il sale, lo zucchero e l’olio e mescoliamo con una forchetta. Scaldiamo leggermente l’acqua e facciamovi sciogliere il lievito. Iniziamo a versare, poco alla volta, l’acqua nel composto e mescoliamo fino ad ottenere un panetto omogeneo, privo di grumi e sodo. Aggiungiamo il mix di semi (zucca, girasole, lino, papavero) e facciamoli incorporare al composto. Lasciamo lievitare il panetto all’interno della ciotola coperta da un panno umido per circa 3 ore. Se le temperature sono troppo basse, consigliamo di coprire ulteriormente con una coperta o con un plaid, in modo da creare un leggero tepore.

Dopo le ore di lievitazione, il nostro panetto dovrebbe essere raddoppiato di volume. Quindi possiamo iniziare a dare la forma desiderata: cerchio, treccia, spiga o baguette. A questo punto, dobbiamo lasciare lievitare ancora per altri 30 minuti e bagnare leggermente la parte superiore con acqua e olio. Trascorsa la mezz’ora, possiamo infornare a 180 gradi per 30 minuti circa se il forno è ventilato, altrimenti 200 gradi se è statico.

Approfondimento

Trucco per non fare diventare umido il pane fatto in casa.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te