Ricetta estiva per una squisita torta vegana e crudista alle pesche fresche, prelibata e sana, senza forno senza lattosio e senza glutine

Sono pochi i temerari che si arrischiano ad accendere il forno in estate. Specie in una situazione simile a quella attuale, caratterizzata da caldo torrido, afa e siccità. Solo una massaia particolarmente zelante e qualche irriducibile tradizionalista si cimenterebbero in preparazioni ad alte temperature.

Sia per una questione di risparmio energetico, sia perché in estate si apprezzano pietanze più leggere e fresche. Ma anche perché il forno acceso riscalda tragicamente l’ambiente circostante. Anche i più appassionati e creativi cuochi desistono, di fronte alla prospettiva di farsi una bella sudata. Perché allora non sperimentare questa ricetta estiva per una squisita torta vegana alla frutta fresca, che non richiede cottura? Le nuove tendenze gastronomiche, peraltro, ammiccano senza dubbio a quelli che sono stili di vita, come il crudismo o il veganesimo. Senza sposarne l’eccesso, molti chef anche di rilievo, oggi, ammettono che è possibile eseguire ricette strepitose con ingredienti assolutamente poco lavorati. Se non totalmente crudi. Cosa che è utile per mantenere intatte le qualità organolettiche e le proprietà nutritive degli alimenti.

Si cercano soluzioni alternative a piatti tradizionali, come i primi tipici della tradizione italiana privi di glutine, che aiutano a dimagrire con 5 kcal ogni 100 g. Anche l’idea di preparare una bella torta può scoraggiare molti, che proprio non avrebbero nessuna voglia di accendere il forno. Per preparare questa torta è sufficiente possedere un mixer o un frullatore e uno stampo per torte con fondo estraibile, da ungere con olio di cocco.

Ricetta estiva per una squisita torta vegana e crudista alle pesche fresche, prelibata e sana, senza forno senza lattosio e senza glutine

Gli ingredienti per comporre la base della torta sono 120g di frutta secca a piacere, 40 g di cocco tritato. Tutti questi elementi vanno frullati nel mixer, fino ad ottenere una consistenza fine e farinosa. Fatto ciò, si aggiungono 160g di datteri denocciolati e 3 cucchiai di burro di mandole. Eventualmente un pizzico di sale. La consistenza dell’impasto per la base così ottenuto, dovrebbe essere appiccicosa e modellabile, pronta per essere inserita nella tortiera, aderente alla base estraibile. L’ideale sarebbe creare un bordo rialzato.

L’impasto deve riposare in frigorifero per qualche ora, al fine di compattarsi. Nel frattempo, si prepara il ripieno. Bisogna tagliare due pesche mature eliminando il nocciolo. Sarà bene ricordarsi di mettere 60g di anacardi in acqua, per almeno 6 ore. Le pesche, con gli anacardi ammollati e 60 di olio di cocco come addensante, vanno frullati nel mixer. Se il composto non risultasse abbastanza dolce, è possibile aggiungere del miele o dello sciroppo d’acero, stando attenti a non esagerare. I datteri che compongono la base sono già molto zuccherini.

Raggiunta una consistenza cremosa, il composto di pesche può essere versato sulla base, a quel punto la torta va riposta in freezer per mezz’ora. Passato questo tempo non resta che passare alla decorazione, che può essere eseguita con mandorle, scaglie di cocco, sottili fettine di pesca. Sostanziosa ma fresca, la torta è completamente priva di glutine e lattosio, quindi è adatta a intolleranti e celiaci.

Lettura consigliata

Un’alternativa proteica e gustosissima alla solita insalata di riso, perfetta per i vegetariani, con questo cereale che ha uno squisito retrogusto di nocciola

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te