Resteremo positivamente stupiti quando scopriremo qual è lo sport che i nostri figli saranno felicissimi di praticare

Praticare con assiduità un’attività sportiva è decisamente importante per gli adulti come per i bambini.

Lo sport aiuta a sviluppare in modo adeguato ossa e la muscolatura, permette di regolare il metabolismo ed è inoltre un ottimo sistema per socializzare.

Resteremo positivamente stupiti quando scopriremo qual è lo sport che i nostri figli saranno felicissimi di praticare, dato che fra quelli che puntano a tutto ciò ci sono le arti marziali.

Queste discipline hanno caratteristiche importanti.

Fra tutte, la capacità di approfondire, attraverso l’esercizio, la propria conoscenza dei movimenti legati ad una specifica arte marziale e quindi migliorare la nostra coordinazione.

Lo sport come forma di crescita ad ampio spettro

Ma anche il rispetto dell’insegnante e dei compagni e la disciplina, dato che queste attività sono di gruppo e che quindi è necessario ordine ed organizzazione.

Nell’ottica di ottenere risultati interessanti dalla pratica delle arti marziali per quanto riguarda i bambini una è specialmente consigliata: il karate.

Resteremo positivamente stupiti quando scopriremo qual è lo sport che i nostri figli saranno felicissimi di praticare

L’età ideale in cui si può iniziare a praticare il karate è intorno ai sei anni.

Un’età in cui il bambino inizia a guardarsi intorno.

Per questo è importante permettergli di praticare un’attività sportiva che abbia caratteristiche psicomotorie a lui adeguate e che sia anche attenta alla socializzazione.

Coordinazione e armonia dei movimenti, velocità di reazione e attenzione sono solo alcune delle capacità che i bambini possono migliorare grazie al karate.

A livello fisico permette al corpo di ottenere uno sviluppo equilibrato; le ossa e i muscoli acquisiscono potenza ed elasticità.

Il karate disciplina singola e di gruppo

Grazie agli esercizi singoli i bambini sono portati a sfruttare al meglio le risorse del proprio corpo e ad acquistare fiducia in sé stessi.

Mentre, gli esercizi di gruppo possono essere un aiuto per i bambini nel gestire i rapporti interpersonali e la loro pratica può far nascere un sano spirito di confronto.

Sensei e dojo, rispettivamente maestro e palestra, sono i cardini di questa arte marziale.

Imparare ad avere rispetto nei loro confronti offrirà ai bambini l’opportunità di cogliere l’importanza di questa qualità anche al di fuori della famiglia.

Lo sviluppo dei giovani allievi avverrà su più fronti e conquistare una cintura nera magari a 15 anni sarà una grande soddisfazione

Oltre al fatto che le nozioni acquisite aiuteranno anche la crescita nella vita di tutti i giorni.

Consigliati per te