Rally in corso per Prysmian: sarà un 2020 esplosivo?

I mercati sembrano ritornare sui loro passi e il ritracciamento delle ultime due settimane potrebbe essere giunto al termine. Nella scorsa settimana abbiamo visto un rally in corso per Prysmian: + 6,6% in meno di 4 gironi. Cosa si profila all’orizzonte?

Il gruppo Prysmian (MIL:PRY) è uno dei player principali nella produzione tramite tecnologia all’avanguardia di cavi adoperati nel settore dell’energia e delle telecomunicazioni.

La gestione dell’attività è organizzata in due business ben distinti:
-business energia, per la trasmissione e distribuzione di elettricità a livello terrestre e sottomarino
-business fibra ottica.

Ad oggi il Gruppo è presente in 34 Paesi del mondo con ben 54 stabilimenti e conta oltre 12.000 dipendenti.

Bilancio tra alti e bassi

Il bilancio 2016 – 2018 della società presenta uno schema a forbice ossia i ricavi aumentano mentre le altre voci diminuiscono.

I ricavi sono aumentati del 32,79% mentre il margine operativo lordo (Ebitda) ha registrato un calo del 39,49%.

Allo stesso modo sono diminuiti sia l’Ebit (risultato operativo)che l’utile di esercizio: entrambi in calo rispettivamente del 62,50% e 77,86%.

Un 2019 in crescita

L’anno 2018 è stato un anno di grossi investimenti infatti sembra che la società si sia espandendo nel settore delle energie rinnovabili.

Infatti, si sono avute diverse acquisizioni di società americane e tedesche per il cablaggio delle fabbriche eoliche.

Altra importante acquisizione è stata l’accordo con Siemens e in Cina per la costruzione di nuove turbine eoliche.

E’ questo il motivo che ha scatenato il   rally in corso si Prysmian?

Dal punto di vista del bilancio i risultati sono stati ottimi, i ricavi sono rimasti invariati ma le altre voci hanno registrato una crescita tra cui l’utile:più del 50%.

Il grafico sembra definire uno scenario altrettanto ottimistico.

Come investire sul titolo?

Il prezzo ha chiuso in settimana a 21,44€. Ai livelli attuali in base alle raccomandazioni degli analisti insiste ancora una sottovalutazione del 6%.

In apertura del 9 dicembre comprare il titolo con stop loss a 20,75€ con 2 obiettivi di medio/lungo termine (6/12 mesi):
a) Obiettivo 1 a 22,78€ (target analisti, prima metà del 2020)
b) Obiettivo 2 a 25€ (fine 2020 ma con alta probabilità di lasciare scorrere i profitti per assalto ai massimi storici).

Approfondimento

Analisi e Articoli precedenti sul titolo

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.