Ragù vegetariano alla soia

Rinunciare alla carne è una scelta consapevole che spesso le persone fanno per sentirsi meglio con loro stesse. C’è, però, anche da dire che la bontà di alcune pietanze difficilmente si riesce a dimenticare. Il ragù della domenica è uno di queste.

Questa ricetta aiuterà i vegetariani a ricordare quella sensazione di coccola ma con zero sensi di colpa. Vediamo come.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Ingredienti per il ragù vegetariano alla soia

Ecco la lista degli ingredienti occorrenti per sei persone:

a) 100 grammi di granulare di soia essiccato (da reidratare);

b) una cipolla bianca media;

c) due coste di sedano;

d) una carota;

e) una passata di pomodoro da 700 grammi (bottiglia);

f) un cucchiaio di concentrato di pomodoro;

g) ½ bicchiere di vino rosso;

h) quattro cucchiai di olio extravergine di oliva;

i) sale, pepe, aromi per arrosto, quanto basta.

Come prepararlo

Per preparare il ragù vegetariano alla soia bisogna partire dalla soia disidratata, versandola in un contenitore capiente e aggiungendo del brodo vegetale bollente.

Si può utilizzare anche dell’acqua bollente, ma il brodo rende il tutto più gustoso. L’ammollo richiederà circa dieci minuti, quindi, nel frattempo, ci si potrà dedicare al soffritto.

In una casseruola capiente si dovrà mettere a scaldare l’olio. Monderemo, quindi, le cipolle che triteremo al coltello. Allo stesso modo, anche le carote si dovranno sbucciare, lavare e tagliare molto finemente.

Adesso è la volta del sedano che va privato della base e tagliato a piccolissimi pezzettini. Ora che gli ortaggi sono tutti tagliati, vanno aggiunti all’olio e messi a soffriggere a fiamma medio bassa. Tenere la fiamma non troppo alta aiuterà il nostro soffritto a raggiungere una doratura perfetta. Al soffritto va aggiunto un pizzico di sale e una manciata di pepe.

Quando il nostro soffritto sarà bello dorato, va aggiunta la soia che, nel frattempo, si è reidratata, strizzandola molto molto bene. Questo passaggio è fondamentale per la corretta riuscita del ragù.

Adesso che la soia è stata aggiunta al soffritto, bisognerà mescolare il tutto e aggiungere un po’ di aromi per arrosto. La soia, in sé, ha un sapore molto delicato, gli aromi per arrosto aiuteranno a rendere il sapore più deciso.

Passaggi finali

Il tutto andrà fatto cuocere per una decina di minuti, girandola di tanto in tanto. Passati questi dieci minuti, alzeremo la fiamma e verseremo il vino rosso. Quando l’alcol del vino sarà sfumato (di solito dopo qualche minuto), potrà essere aggiunto il concentrato di pomodoro.

Un’altra bella mescolata e poi sarà la volta della passata di pomodoro. A questo punto, aggiungeremo una manciata di sale, una bella spolverata di pepe e anche un cucchiaino di zucchero, per bilanciare i sapori.

Se si gradisce, anche qualche foglia di alloro non guasta. Ovviamente il grado di sapidità va da aggiustato in base ai propri gusti. Lo stesso vale per il pepe. Lasciare cuocere per due ore a fiamma bassa e il gioco è fatto.

Il risultato sarà un gustosissimo ragù vegetariano che non farà rimpiangere il ragù originale e che potrà essere usato alla stessa maniera.

 

 

 

Consigliati per te