Raggiungere l’estasi dei dessert col plumcake di caffè e crema al whisky

Oggi, dopo aver suggerito nei giorni scorsi una serie di ricette di dolci light, vogliamo concedere il classico strappo alla regola e riconciliarci col mondo. Ecco come raggiungere l’estasi dei dessert col plumcake di caffè e crema al whisky, in grado per un momento, di far passare la tristezza. È calorico, vero, ma, se gustato a colazione, non solo ci darà la carica giusta, ma avremo poi tutta la giornata per smaltirlo. Per cercare comunque di limitare le calorie, abbiamo optato per la sostituzione dello zucchero tradizionale con quello di canna. Consideriamo comunque che manca il burro e può essere un’alternativa valida anche per chi non può assumerlo. Vediamo la ricetta assieme ai nostri Esperti di cucina.

Un plumcake per 5 persone

Raggiungere l’estasi dei dessert col plumcake di caffè e crema al whisky nella ricetta per 5 persone:

  • 230 grammi di farina 00;
  • 180 grammi di zucchero di canna;
  • 3 uova;
  • 130 ml di caffè espresso;
  • 130 ml di olio di semi;
  • un bicchierino di crema al whisky;
  • una bustina di lievito per torte;
  • vanillina;
  • sale.

Per completare l’opera sarebbe opportuno però ricorere all’acquisto del classico stampo per plumcake.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

La preparazione

Ecco come preparare il nostro plumcake passo dopo passo:

  • prendiamo una terrina e versiamo al suo interno uova e zucchero, che andremo a sbattere per ottenere la classica crema. Durante la lavorazione, inseriamo anche l’olio a filo e il caffè, amalgamando bene il tutto;
  • a questo punto setacciamo la farina e uniamola assieme alla vanillina, al lievito e al bicchierino di crema al whisky. Nella ricetta non è previsto il cacao amaro, ma un cucchiaio potremmo anche metterlo, per donare il tipico sapore. Quantifichiamo la vanillina in circa mezzo cucchiaino, se in versione concentrata in polvere, assieme a un pizzico di sale;
  • lavoriamo l’impasto fino all’ottenimento di una crema vellutata, che, verseremo nello stampo, rivestendolo con carta forno;
  • inforniamo per una decina di minuti a 200 gradi, per passare poi a 180 per un’altra mezz’oretta. Facciamo attenzione alla differente cottura tra la crosta e l’interno. Consigliamo sempre la prova stecchino;
  • adagiamo il dolce su un vassoio, lasciandolo raffreddare e, spolverandolo, se vogliamo di zucchero a velo.

Approfondimento

Veloce e sempre delizioso il salame di tonno in versione light

Consigliati per te