Radici è un titolo azionario sottovalutato che potrebbe salire in poco tempo del 240%

Radici è un titolo azionario sottovalutato che potrebbe salire in poco tempo  del 240%. Come mai siamo così ottimisti su questa small cap?  Il titolo (MIL:RAD) ha chiuso la giornata di contrattazione del 29 dicembre a 1,68 in rialzo del 3,38%. Da inizio anno ha segnato il minimo a 1,24 ed il massimo a 2,43. Il titolo è stato quotato (IPO)  nel 2019 al prezzo di 3,05 e quindi la quotazione attuale è distante del 44,9% dal prezzo IPO. Il minimo del 2020 potrebbe essere di ripartenza? Andiamo a capire lo stato dei luoghi e quali previsioni si possono fare in base ai fondamentali e ai grafici stessi.

Radici Pietro Industries & Brands SpA è attiva nella produzione e distribuzione di rivestimenti tessili in tutto il mondo.

Analisi  di bilancio e valutazioni

Le raccomandazioni degli altri analisti (leggiamo solo 2 giudizi) prezzano il fair value intorno al prezzo di 3,73. I nostri calcoli invece  portano ad un fair value intorno ai 5,73. Attenzione questo è un valore che potrebbe modificarsi in caso di variazioni negative dei bilanci. Dalle comunicazioni societarie leggiamo che gli utili dovrebbero crescere del 37,46% all’anno e che sono cresciuti del 262% nell’ultimo anno. C’è un aspetto da non sottovalutare ed è la capitalizzazione intorno ai 14 milioni. Questo significa che con pochi scambi si potrebbe assistere a forti escursioni dei prezzi al rialzo o al ribasso, e questo potrebbe portare a forti perdite in conto capitale quindi si raccomanda la dovuta la cautela per chi ha un approccio di breve termine.

Radici è un titolo azionario sottovalutato che potrebbe salire in poco tempo del 240%

La nostra strategia di investimento è la seguente:

innanzitutto il nostro giudizio sul titolo è Strong Buy Long term e quindi si raccomanda acquisto in apertura del 30 dicembre con stop loss a 1,55 ed obiettivo primo in area  1,97 da raggiungere per/entro 1 mese  e poi successivo 2,25 nei successi 3/6 mesi.

Come al solito si procederà per step. e a vari step  si definirà la tendenza dei grafici e i principali supporti e resistenze. Inoltre, di volta in volta andremo a studiare i bilanci e le comunicazioni societarie.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te