Questo titolo ha realizzato negli ultimi 10 anni una performance straordinaria e in futuro potrebbe ripetersi

Ci sono titoli che negli anni passati hanno guadagnato moltissimo e che nel futuro potrebbero continuare a farlo. Uno di questi è Microsoft. Questo titolo ha realizzato negli ultimi 10 anni una performance straordinaria e in futuro potrebbe ripetersi. L’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa ha fatto una analisi delle prospettive dell’azione.

Una impressionante crescita decennale dei prezzi

Il titolo azionario Microsoft (NASDAQ:MSFT) negli ultimi anni ha avuto una progressione da manuale. Se si osserva il grafico non si può non rimanere estasiati nell’ammirare l’arco crescente dei prezzi, talmente preciso che sembra essere stato disegnato.

E certamente estasiati saranno rimasti gli investitori che hanno acquistato il titolo anni fa e lo hanno ancora in portafoglio. La progressione dei prezzi nell’ultimo decennio è impressionante.

Microsoft ha chiuso il 2010 a 28 dollari. Fino ad allora i prezzi si erano mossi per anni attorno ai 25 dollari. Ma con il 2011 inizia la cavalcata. Dopo 5 anni, il titolo chiude il 2015 a 55 dollari.

Ma è solo l’inizio. Nell’estate del 2018 l’azione raggiunge la soglia psicologica dei 100 dollari. Un traguardo importante che per qualche mese ferma l’ascesa dei prezzi. Ma con l’inizio del 2019 la corsa riprende e a fine 2020 i prezzi arrivano a 220 dollari.

Questo titolo ha realizzato negli ultimi 10 anni una performance straordinaria e in futuro potrebbe ripetersi

In 10 anni Microsoft in Borsa realizza una performance di quasi il 700%. Una media di poco inferiore al 70% all’anno. Chi avesse investito 10.000 dollari ad inizio del 2011, avrebbe potuto comprare 357 azioni a 28 dollari. Se le avesse rivendute a fine dicembre a 222 dollari, avrebbe incassato 79mila dollari.

La domanda che gli analisti si fanno è se il titolo ha ancora margini di crescita. L’azione ha toccato un massimo a settembre a 232 dollari e da quel momento i prezzi hanno iniziato a muoversi in laterale. Se 232 dollari è una resistenza naturale, data dal massimo storico, quota 195 dollari è considerata un valido supporto.

Solo all’uscita da questa fascia i prezzi avranno una nuova fase in tendenza. Superati i 232 dollari, il titolo avrà come obiettivo naturale 250 dollari. E forse i 300 dollari. Al ribasso, sotto 195 dollari i prezzi avranno come target 175 dollari.

Approfondimento

Come investire 45mila euro e trasformarli in 72.300 euro con un rendimento del 60% entro il 2030

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te