Questo titolo azionario ha guadagnato il 225% all’anno in 8 anni e promette di crescere ancora

Anche in Piazza Affari, dominata dalle banche, ci sono alcuni titoli tecnologici. D’accordo, non sono famosi come quelli quotati nel più blasonato Nasdaq americano, ma sono comunque titoli dalle performance molto interessanti. Oggi gli Esperti di ProiezionidiBorsa hanno analizzato Reply. Questo titolo azionario ha guadagnato il 225% all’anno in 8 anni e promette di crescere ancora.

La crescita impressionante del titolo azionario Reply

Reply (MIL:REY), può essere considerata una società tecnologica a tutti gli effetti. E le prestazioni in Borsa sono da titolo tecnologico, specialmente a partire del 2013. Fino a quell’anno i prezzi hanno mantenuto un andamento attorno alla media dei 5 euro. Poi, improvvisamente, hanno iniziato a crescere. A gennaio del 2014 erano saliti a 14 euro. Due anni dopo erano già a 32 euro.

Nel 2018 i prezzi hanno sfiorato i 50 euro, prima di correggere leggermente. Ma nel 2019 la corsa riparte più forte di prima e si ferma solo a marzo del 2020. A fine febbraio i valori subiscono il calo generalizzato delle Borse e scendono fino a 43 euro, ovvero ai livelli di un anno prima.  Ma a 43 euro, supporto che ha retto egregiamente, i prezzi rimbalzano ancora una volta e arrivano fino ai massimi assoluti di 95 euro.

Questo titolo azionario ha guadagnato il 225% all’anno in 8 anni e promette di crescere ancora

Il titolo negli ultimi 8 anni, da inizio 2013 a oggi, ha guadagnato il 1.800%, che fa una media semplice del 225% all’anno. Che accadrà adesso? Da qualche seduta i prezzi si stanno muovendo all’interno della fascia tra 90 euro e 95 euro. Il supporto di 90 euro è un livello sotto il quale il trend in atto avrà una battuta di arresto. I prezzi potrebbero scendere fino a 85 euro e successivamente a 80 euro.

Al contrario, il superamento della resistenza a 95 euro spingerà Reply fino a 100 euro. Probabilmente la violazione, quando avverrà, sarà con una ampia barra rialzista. Esattamente come avvenuto nella seduta del 3 agosto, quando i prezzi hanno violato la resistenza a 76 euro con una seduta in rialzo del 10%.

In conclusione

Nel lungo periodo l’azione è impostata positivamente. Il trend è in crescita da anni e rimarrà tale fino a che il titolo rimarrà sopra i 60 euro.  Nel medio periodo, il livello da osservare è 80 euro. Sotto questo prezzo è possibile che si inneschi una nuova tendenza ribassista che porterà l’azione in area 60 euro.

Al rialzo, una chiusura, meglio se settimanale, oltre 100 euro, darà nuova energia all’attuale fase rialzista.  Il titolo è passato da 50 euro agli attuali livelli in circa un anno. È possibile che in caso di superamento di 100 euro, i prezzi possano arrivare a 150 euro in meno di 12 mesi.

Per saperne di più

Non è un titolo tecnologico, ma può dare delle buone soddisfazioni e guadagnare il 20% nelle prossime sedute. Per scoprire qual è, leggi qui.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te