Questo squisito dolce siciliano sarà una gioia per il palato di tutti i commensali

Il miele di zàgara è realizzato utilizzando i fiori delle piante di genere Citrus quali limoni, aranci e mandarini. Il suo gusto è dolce, con una nota acidula. Nonostante ciò, può essere utilizzato sia per la preparazione di alimenti dolci che salati. In questo caso, per realizzare delle squisite frittelle che saranno pronte in poco meno di un’ora. Nello specifico, consistono in delle palline fritte accompagnate da una salsa di miele e arance. Questo squisito dolce siciliano sarà una gioia per il palato di tutti i commensali.

La ricetta delle frittelle al miele di zàgara

Ingredienti per 6 persone

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina
  • 300 g di farina 00;
  • 250 ml di latte;
  • 15 g di lievito di birra fresco;
  • 1 uovo;
  • 1 limone;
  • 1/2 bicchiere di marsala secco o di cognac;
  • olio di semi di arachide e sale q.b;
  • 2 cucchiai di succo di arancia;
  • 200 g di miele di zagara;
  • 1 pizzico di sale.

Procedimento 

  • Prima di tutto, setacciare la farina, grattugiare il limone e stemperare il lievito di birra nel latte tiepido.
  • Quindi, versare gli ingredienti citati nella ciotola assieme ad un uovo sbattuto, un pizzico di sale e al cognac o al marsala.
  • Amalgamare gli ingredienti con cura fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.
  • Coprire la ciotola e lasciare a l’impasto a lievitare per 30 minuti.
  • Trascorso questo lasso di tempo, far riscaldare abbondante olio di semi di arachide in una padella.
  • Quando è bollente, mettere al suo interno l’impasto a cucchiaiate e farlo friggere fino ad ottenere delle frittelle grandi e dorate.
  • A frittura ultimata, prendere un foglio di carta assorbente da cucina e disporvi a mano a mano le frittelle per fargli perdere l’unto in eccesso.
  • Sciogliere il miele a bagnomaria assieme a due cucchiai di succo di arancia.
  • Versarne un velo sopra alle frittelle.
  • Fatto ciò, non resta che servirle ancora tiepide e mangiarle. Buon appetito!

Cosa fare con il miele di zàgara eventualmente avanzato da “Questo squisito dolce siciliano sarà una gioia per il palato di tutti i commensali”? Il consiglio è quello di usarlo per preparare i turdilli calabresi, degli squisiti gnocchi dolci la cui ricetta prevede l’utilizzo del miele di castagno, fichi o zàgara.

 

Consigliati per te