Questo pesce è tra i più pregiati e gustosi del Mediterraneo ed è un’assoluta ricchezza per la salute

Il pesce è sicuramente un alimento da portare a tavola con una certa regolarità. Infatti, secondo gli esperti, per assicurarsi una dieta sana ed equilibrata bisognerebbe consumarne circa 2 o 3 porzioni a settimana.

Fra gli esemplari più nutrienti, ad esempio, abbiamo già visto la gallinella di mare, che favorirebbe una buona salute del cuore. Oppure, è molto gettonata la boga, un pesce cosiddetto “povero” ma che potrebbe valere oro per la salute.

In questo articolo, invece, parleremo della cernia, un pesce molto pregiato e nutriente, diffuso nei fondali rocciosi del Mediterraneo.

Questo pesce è tra i più pregiati e gustosi del Mediterraneo ed è un’assoluta ricchezza per la salute

La cernia è un pesce che può raggiungere anche 2 metri di lunghezza ed un peso di 100 chili. Tuttavia, nei mercati ittici, vengono spesso venduti esemplari più piccoli, ma che comunque costano un bel po’.

Da un punto di vista nutrizionale, la cernia è una fonte preziosissima di proteine di ottima qualità e di grassi buoni per la salute. Inoltre, contiene anche elevate quantità di vitamine del gruppo B, tra cui:

  • quella B12, importantissima per il metabolismo dei grassi e per il funzionamento del sistema nervoso;
  • e quella B6, fondamentale per il metabolismo delle proteine.

Oltre a questo, la cernia è anche un concentrato di sali minerali, come:

  • potassio, che sarebbe alleato della salute cardiovascolare;
  • selenio, importante per le difese antiossidanti;
  • fosforo, che apporterebbe numerosi benefici per le ossa, i denti, i reni, i muscoli ed il cuore.

Tuttavia, come riporta l’Istituto Humanitas, la cernia è anche piuttosto ricca di colesterolo (47 milligrammi ogni 100 grammi). Quindi, un soggetto con patologie cardiovascolari dovrebbe fare maggiore attenzione nel consumarla. In ogni caso, si consiglia di consultare il proprio medico o nutrizionista di fiducia per approfondire tali aspetti.

Qualche idea sfiziosa per cucinare la cernia

Quindi, abbiamo visto che questo pesce è tra i più pregiati e gustosi del Mediterraneo ed è un’assoluta ricchezza per la salute.
Dal momento che le carni della cernia sono molto sode e delicate, essa si può cuocere in vari modi. In forno, ad esempio, si può inserire in una pirofila con olio, vino bianco, succo di limone, capperi e pomodorini. Tuttavia, con gli stessi ingredienti, e aggiungendo magari delle olive, si potrebbe anche cuocere in umido in una padella capiente.

Inoltre, con la cernia si può realizzare anche un ottimo sughetto da utilizzare come condimento degli spaghetti. Basterà quindi insaporire la cernia con olio ed aglio, sfumarla con vino bianco ed “affogarla” nella passata di pomodoro fresco. Una volta cotto il sugo, uniamo gli spaghetti ancora al dente e lasciamoli “risottare” aggiungendo una spolverata di prezzemolo e pepe nero.

Lettura consigliata

Basta orate e naselli, ecco il pesce da portare a tavola in inverno per fare il pieno di vitamine

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te