Questo incredibile film italiano targato Netflix è fra i più visti al Mondo e il motivo è chiaro a tutti

Come abbiamo visto nel caso di Squid Game è oramai in atto un grande sviluppo a livello cinematografico di prodotti non anglofoni. Oltre ai titoli di origine asiatica, questa volta nelle classifiche del più grande sito di distribuzione c’è un titolo prodotto in Italia e recitato nella nostra lingua. Infatti, questo incredibile film italiano targato Netflix è fra i più visti al Mondo e il motivo è chiaro a tutti. Vediamo insieme di che cosa si tratta e perché sta entrando a pieno titolo nella tendina dedicata ai più visti di questa piattaforma.

Questo incredibile film italiano targato Netflix è fra i più visti al Mondo e il motivo è chiaro a tutti

Stiamo parlando di Yara, titolo dedicato all’omicidio di Yara Gambirasio. Questo fatto di cronaca nera nel 2010 ha scosso l’opinione pubblica italiana per la crudeltà dell’atto e per l’età della giovane vittima. Attualmente il titolo si trova nel primo posto nella classifica di Netflix italiana, al secondo e al terzo rispettivamente in Spagna e in Francia. Mentre è al sesto posto negli Stati Uniti e in Gran Bretagna.

I dettagli del caso riportati dal film

Infatti la tredicenne è scomparsa nel tragitto di 700 metri che portava da casa alla palestra. È stata ritrovata morta ben tre mesi dopo in un campo del bergamasco. In poco più di un’ora di trama si indagano le dinamiche della vicenda con i risvolti delle indagini che in un primo momento non sembrano portare da nessuna parte.

Il primo indizio si trova nel cantiere di Mapello dove i cani molecolari hanno rilevato l’odore dei vestiti della giovane. Inizialmente si punta su un carpentiere di origine marocchina, Fikri, la cui improvvisa uscita dal paese viene interpretata come una fuga. Successivamente, con il ritrovamento del corpo, l’unica prova rilevante è la presenza di un DNA maschile e caucasico appartenente a un soggetto con gli occhi azzurri.

Non essendoci una banca dati con cui confrontarlo, la PM Letizia Ruggieri decide di prelevare dei campioni di saliva di chiunque si voglia sottoporre al test. In questo modo riescono a scovare un parente dell’assassino, un cugino diretto. Andando a ritroso si scopre che suo zio, oramai defunto, è il padre dell’individuo di cui si possiedono le tracce biologiche. Quest’ultimo però è un figlio illegittimo e ci saranno varie ricerche per trovare la madre e per poi prelevare a lui stesso un campione di saliva.

Approfondimento

Questa emozionante serie tv Netflix ci terrà incollati al divano dall’inizio alla fine

Consigliati per te