Questo gesto amorevole in estate se non eseguito in modo corretto potrebbe arrecare un danno al nostro amico cane

Ogni anno quando le temperature salgono e l’afa soffoca, noi ed i nostri compagni a quattro zampe tendiamo a passare più tempo fuori casa. Tra passeggiate in montagna, in collina, al mare o uscite serali in città in cerca di refrigerio o anche di un singolo spiffero di aria fresca, usciamo molto più spesso. Dobbiamo, però, essere consapevoli che esponiamo il nostro Fido ad un maggiore rischio di attacco di alcuni dei suoi nemici peggiori.

Questo gesto amorevole in estate se non eseguito in modo corretto potrebbe arrecare un danno al nostro amico cane

Insetti e parassiti proliferano maggiormente in questo periodo dell’anno e quindi per tutelare la salute dell’animale siamo soliti applicare antiparassitari. I più utilizzati sono gli spot-on, le comuni pipette che si trovano facilmente in commercio.

Si applicano direttamente sulla cute del cane, in genere in prossimità delle scapole e fungono da protezione contro pulci, zecche e, a volte, anche contro zanzare e pappataci. Nella stagione estiva, però, dobbiamo fare maggiormente attenzione a combinare i tempi dell’applicazione dello spot-on con i bagni del cane.

Quando è possibile fare il bagno al nostro amico a 4 zampe dopo l’applicazione dell’antiparassitario

Non tutti sanno che ci sono dei tempi, da rispettare necessariamente, che devono intercorrere tra l’applicazione dell’antiparassitario ed il bagno. Questo per evitare che il medicinale utilizzato non perda la sua efficacia. Se generalmente lo laviamo circa una volta al mese, di questi periodi per dare refrigerio al nostro cane,  potremmo portarlo anche a fare tuffi in mare, fiumi o in piscina.

Bisogna perciò sempre tener presente che l’applicazione della fialetta non deve mai avvenire prima che siano passati almeno due o tre giorni dal lavaggio del nostro amico. Ciò per consentire la riformazione dello strato idro-lipidico, parzialmente deteriorato dal lavaggio. Questo elemento è necessario per la distribuzione dell’antiparassitario stesso sulla cute.

Non di meno, dobbiamo fare attenzione a consentire lavaggi successivamente all’utilizzo del medicinale. Non si hanno dati certi in merito, ma è presumibile una riduzione dell’efficacia del farmaco. Quindi, facciamo attenzione, perché questo gesto amorevole in estate se non eseguito in modo corretto potrebbe arrecare un danno al nostro amico cane.

Approfondimento

Con pochi ingredienti naturali ed economici possiamo preparare uno shampoo per cani super delicato

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te