Questo è un problema e un mistero che riguarda tutti noi, ecco perché di mattina a volte non riusciamo a ricordare queste cose

I sogni sono completamente normali. Si possono trovare anche nel mondo animale. Possono avere dei significati nascosti molto profondi. Basti pensare alla perdita di capelli. Essa può rappresentare un punto di svolta nella vita dell’individuo. Un segnale importante da parte dell’inconscio che invita a cambiare e a rinnovarsi.

Esistono, poi, gli incubi. Delle immagini e situazioni oniriche particolari che rappresentano le paure più recondite dell’animo umano. Al risveglio, però, si possono avere delle difficoltà di memoria.

Questo è un problema e un mistero che riguarda tutti noi da vicino, ecco perché di mattina a volte non riusciamo a ricordare queste cose.

Sogni come via privilegiata per l’inconscio

Alcune teorie psicologiche credono che i sogni siano la via privilegiata di accesso all’inconscio. L’essere umano sarebbe guidato da desideri che vengono dal profondo. Risulta difficile per chiunque risalire a tali spinte inconsapevoli.

La psicoanalisi di Sigmund Freud utilizza le manifestazioni oniriche nelle sedute di analisi. Proprio durante la fase REM, infatti, l’Io allenterebbe il suo controllo. La parte più istintuale e, per così dire, “dionisiaca”, avrebbe più margine d’azione e riuscirebbe ad emergere.

Gli incubi sono i cosiddetti brutti sogni. Una persona può trovarsi in una tempesta, in un maremoto o perseguitato da criminali senza scrupoli. Le emozioni che si provano possono essere ansia e angoscia. Al risveglio ci si sente impauriti e indifesi ma, a volte, si hanno dei problemi nel ricostruire le scene oniriche.

Questo è un problema e un mistero che riguarda tutti noi da vicino, ecco perché di mattina a volte non riusciamo a ricordare queste cose.

La censura

Innanzitutto, esiste una naturale tendenza umana ad evitare e a cancellare le esperienze traumatiche. Anche gli incubi rientrano in questa categoria.

La ragione per cui si dimentica quello che si sogna, tuttavia, presenta un’altra componente. La mente umana applica una vera e propria censura ai sogni. Diversi meccanismi entrano in gioco. Basti pensare al mascheramento e alla simbolizzazione del contenuto. Ma se tutto ciò non dovesse bastare, un’altra arma fondamentale è proprio la dimenticanza.

Per questo motivo di mattina si fa fatica a ricordare i sogni più terrificanti e inquietanti.

Si suggerisce, infine, di non liquidare i sogni come qualcosa di futile. Dopotutto sono dei messaggi in piena regola che bisogna tenere in debita considerazione.

Consigliati per te