Questo è il rimedio naturale della nonna contro la pelle irritata e le infiammazioni cutanee

Una vasta fetta di pubblico, alla ricerca di prodotti naturali, si rivolge alle proprie nonne alla ricerca di rimedi e soluzioni. Una saggezza popolare che si sta perdendo e che una volta era per molti l’unica soluzione contro i disturbi.

Nel seguente articolo non si intende in alcun modo dare un consiglio che possa sostituire il parere medico. Però può essere affascinante scoprire come non troppo tempo fa alcuni disturbi della pelle per esempio venivano curati con un rimedio casalingo che sfrutterebbe i principi attivi di una pianta molto diffusa nel nostro territorio: il sambuco.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

La conosciamo per lo più per il liquore che si ottiene dai suoi fiori. Qui invece utilizzeremo i rami più giovani della pianta per ottenere una crema che sembrerebbe utile per lenire le irritazioni della pelle.

Questo è il rimedio naturale della nonna contro la pelle irritata e le infiammazioni cutanee

Come già accennato non ci serviranno i fiori bensì la seconda corteccia dei rami giovani dell’albero. Pare sia ricchissima di principi attivi.

Quindi una volta tagliati, li priveremo delle foglie e della prima corteccia, quella esterna. Vedremo al di sotto la parte verde della seconda e aiutandoci con un coltellino, la sfileremo ottenendo delle sottili strisce verdi. Ora vediamo gli ingredienti necessari per la preparazione.

Ingredienti

  • strisce della seconda corteccia;
  • olio extravergine di oliva;
  • cera d’api.

Procediamo in questo modo. Tagliuzziamo a pezzettini piccoli i filamenti di corteccia in un piccolo pentolino.

Copriamoli con l’olio d’oliva e accendiamo il fuoco a fiamma media.

Mescoliamo con uno stecco di legno, tipo quelli per gelati.

Una volta che inizia a soffriggere, spegniamo il fuoco e lasciamo riposare per qualche istante.

Ora, utilizzando una bilancia precisa, filtriamo l’olio in un secondo pentolino e nel frattempo pesiamolo. Questa misurazione ci servirà per calcolare la quantità di cera d’api di aggiungere all’olio. Basti sapere che la proporzione è di 5 a 1. Facendo un esempio: per 30 gr di olio useremo 6 gr di cera d’api.

La cera d’api la si trova facilmente in erboristeria oppure on line. Quella che useremo per la crema dovrà essere sminuzzata in modo che si sciolga prima. La aggiungiamo all’olio filtrato e scaldiamo il tutto a bagnomaria finché sarà sciolta completamente e il liquido sarà trasparente. Ricordiamoci sempre di mescolare.

La pomata è pronta. Si versa in un vasetto sterile e si lascia raffreddare e solidificare prima di chiuderlo. Diventerà opaca di un colore fra il giallo e l’ocra.

Il suggerimento

Prima di utilizzare qualsiasi rimedio casalingo, è bene accertarsi di non essere sensibili agli ingredienti utilizzati. Per scrupolo è sempre bene effettuare un test su una piccola porzione di pelle in modo da essere certi di non sviluppare spiacevoli reazioni cutanee.

Ma al di là di tutto rimane il fascino della scoperta dei metodi e delle soluzioni che i nostri antenati utilizzavano per rimediare a tutto e questo è il rimedio naturale della nonna contro la pelle irritata e le infiammazioni cutanee.

Approfondimento

È eccezionale il motivo che sta portando moltissimi a usare le foglie di salvia in questo modo per la salute della pelle

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te