Questo doppio stop per Piazza Affari è il segnale che qualcosa sta cambiando?

Ieri la Borsa di Milano ha subito un brutto stop. Dopo due sedute al rialzo, Piazza Affari sembrava potere spingersi nuovamente verso i massimi dell’anno. Oramai sono settimane che l’indice Ftse Mib non riesce a staccarsi dai 26.000 punti. La seduta di oggi sembrava quella adatta per un allungo dei prezzi fino a 26.500 punti. E adesso gli operatori si domandano se questo doppio stop per Piazza Affari è il segnale che qualcosa sta cambiando.

Il doppio stop riguarda due eventi che sono accaduto ieri all’indice maggiore di Piazza Affari. Il primo riguarda la chiusura negativa. Ieri i prezzi hanno ceduto l’1%. Dopo un avvio negativo la Borsa di Milano, in buona compagnia delle Borse europee, è scesa per tutta la giornata. Neanche l’avvio di Wall Street, che nell’arco della giornata ha rafforzato i guadagni dopo l’apertura debole, ha ridato smalto al listino. Il secondo stop è arrivato dal prezzo di chiusura. Il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) ha terminato a 25.762 punti, quindi molto al di sotto della soglia fatidica dei 26.000 punti.

INVESTI NEL MERCATO IMMOBILIARE CON UN RENDIMENTO POTENZIALE FINO AL 13,13%
Puoi partire da soli 500 euro!

SCOPRI DI PIÙ

Il doppio stop per Piazza Affari è il segnale che qualcosa sta cambiando?

Ma fra tutti gli aspetti negativi della giornata di ieri, è possibile trovare anche un aspetto positivo. Ieri i prezzi hanno realizzato un minimo della giornata a 25.684 punti. Quando i prezzi hanno raggiunto questo livello sono rimbalzati. Ancora una volta il supporto a 25.700 punti ha retto. Lo aveva già fatto in occasione delle sedute del 19 e 20 agosto e del 9 e 10 settembre.

Adesso gli operatori si fanno una domanda: per quanto ancora la Borsa di Milano potrà muoversi in laterale senza rischiare una nuova fase ribassista? Il supporto a 25.700 punti ha dato dimostrazione di potere reggere, ma per quanto potrà resistere agli attacchi? Se la soglia dei 25.700 punti viene considerata dagli investitori come un livello su cui accumulare, presto i prezzi prenderanno la via del rialzo. Ma se non fosse così, alla prima violazione seria di questo supporto, la Borsa di Milano potrebbe precipitare subito di 500 punti. Se questo evento si verificasse potrebbe essere la premessa per una nuova fase ribassista.

Intanto conviene concentrarsi sulla seduta odierna. Per il Ftse Mib è necessario ritornare almeno sopra i 25.900 punti per allontanare imminenti pericoli. Sarebbe ideale una chiusura sopra 26.000 punti. Mentre se l’indice maggiore della Borsa di Milano dovesse calare sotto 25.650 punti, allora potrebbe scendere fino a 25.200/25.300 punti.

Approfondimento
Il punto sui mercati

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te