Questo borgo medievale tra i più belli del Lazio è un diamante d’arte incastonato nella natura, perfetto per una suggestiva gita primaverile

L’Italia ha un tesoro inestimabile perché ogni sua regione è disseminata di “pietre preziose” che attendono una nostra visita.

Le città metropolitane, come rubini, fanno innamorare ogni anno milioni di turisti da ogni parte del Mondo.

I piccoli paesini marinari sono zaffiri che riflettono il colore del mare mentre quelli dell’entroterra sono spicchi d’ambra e quarzo lambiti dal sole.

Le riserve e tutte le zone naturalistiche splendono, invece, come smeraldi dalle mille sfumature di verde.

E i borghi?

Questi sono diventati i veri “diamanti” del nostro Paese, sempre più ricercati, visitati e consigliati.

Sono una fiaba a cielo aperto, dove le pagine diventano case e castelli e le righe non sono altro che i vicoli pronti a raccontarci una storia.

In questo articolo continueremo a parlare di loro, volando nel centro Italia e nella regione che ospita la nostra capitale.

Questo borgo medievale tra i più belli del Lazio è un diamante d’arte incastonato nella natura, perfetto per una suggestiva gita primaverile

Come anticipato ci troviamo nel Lazio, in particolare in provincia di Latina.

Qui, racchiuso tra i Monti Lepini e la pianura pontina, si trova un paesino coronato da un castello leggendario.

Sermoneta è la nostra destinazione, un luogo d’incanto fatto di casette di pietra, loggiati, archi, torri e campanili.

A fare da sfondo ad ogni costruzione è il verde, colore dominante per un luogo dove la vegetazione fa da padrona.

Cosa vedere

Questo borgo medievale tra i più belli del territorio laziale è una perla d’arte.

Innanzitutto, custodisce un castello originario del XIII secolo, con un mastio che spicca dalla collina e ricco di leggende.

La più famosa lo vede ospitare il fantasma di un giullare che si divertirebbe a fare scherzetti innocui a passanti e abitanti.

Del castello Caetani si possono visitare innumerevoli stanze, il salone principale e le prigioni.

Poi, per non perdersi uno degli scorci più belli di Sermoneta, dovremmo raggiungere la Loggia dei Mercati, un tempo cuore pulsante del borgo.

Pittoresca, inoltre, è la Salita delle scalette, per scattare una foto ricordo tra vecchie casine arroccate oppure per ammirare la vista sull’Agro Pontino.

Altre tappe da appuntarci sarebbero:

  • la Cattedrale di Santa Maria Assunta;
  • la Sinagoga ebraica;
  • la Chiesa di San Michele Arcangelo;
  • il Museo C’era una volta.

Perché in primavera

Anche se il borgo di Sermoneta è bello in ogni stagione dell’anno, la primavera sarebbe il miglior momento per visitarlo. La natura è nel pieno del vigore, il clima è mite e in più a maggio c’è un’importante manifestazione.

Il “Maggio Sermonetano” è dedicato all’arte in ogni sua sfaccettatura, ospitata tra le strade del centro storico e fruibile da chiunque.

Tuttavia, non si tratta solo di una semplice mostra ma di un momento d’apprendimento grazie ai numerosi laboratori organizzati dagli stessi artisti.

Approfondimento 

Scavato nella roccia, questo incantevole borgo rupestre tra i più belli d’Italia regala passeggiate mozzafiato tra boschi e grotte millenarie

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te