Questo alimento fa veramente male ai nostri cani? Ci sono pareri contrastanti

Gli ossi di pelle di bufalo fanno male ai nostri cani? Facendo una ricerca sul web, per trovare una risposta a questa domanda, si trovano pareri contrastanti.

C’è chi sostiene che questi ossi siano altamente tossici, poiché realizzati con pelli destinate alla conceria e non ad uso alimentare. Che quindi subiscono tutta una serie di processi chimici.

C’è chi, invece, tranquillizza gli utenti (medici veterinari), e ci sembra la versione più accreditata, che in Europa sia impossibile che questo avvenga perché ci sono delle leggi che tutelano i nostri animali in tal senso. Se le pelli sono destinate alla concia, è impossibile che tornino al settore alimentare pet.

L’allarme è partito dagli USA

L’allarme che ha fatto preoccupare molte persone, rispetto al dubbio se questo alimento faccia veramente male ai nostri cani, è partito dagli USA.

La regolamentazione, infatti, è differente rispetto a quella della Comunità Europea in tema.

Grazie alle normative comunitarie, molte sostanze chimiche sono proibite se il prodotto finale è destinato ad uso alimentare. Negli USA, il procedimento di lavorazione di questi prodotti per cani è molto meno regolamentato e alcune sostanze non sono vietate. Nel caso specifico, la FDA non considera questo prodotto come prodotto destinato all’uso alimentare.

Di che tipo di processi chimici parliamo

Le pelli utilizzate anche per la produzione di questi ossi, vengono trattate prima con bagni chimici e poi anche con colle. Il bagno chimico aiuta a preservare il prodotto dal deterioramento, una volta passato alla conceria.

In seguito vengono trattate con una soluzione di lisciva di cenere o solfuro di sodio, altamente tossico. Ricavato lo strato interno della pelle, (quello esterno è utilizzato per scarpe, borse, ecc.) il risultato viene sbiancato con perossido di idrogeno o candeggina. Per aggiungere un sapore e odore appetibile agli ossi, vengono aggiunti aromi, spesso artificiali, e coloranti. Potrebbero anche essere verniciati con ossido di titanio, per fare apparire il prodotto finito, più bianco.

Come evitare di rischiare

Per comprendere, quindi, se questo alimento faccia veramente male ai nostri cani, è importante leggere l’etichetta e controllare l’origine del prodotto. Se il prodotto è di provenienza europea, possiamo stare abbastanza tranquilli. Questo vale anche per gli acquisti online.

Questo tipo di prodotti, in ogni caso, vanno usati sempre con attenzione. Al di là del processo di produzione, possono far correre anche altri rischi ai nostri amici a quattro zampe.

Ingoiare piccoli pezzi sani, una volta ammollati con la saliva dell’animale, potrebbe comportare un rischio per il tratto intestinale e problemi gastroenterici. È sempre un bene, quindi, rivolgersi al proprio medico veterinario, in caso di perplessità. Lui saprà consigliarci al meglio.

Consigliati per te