Questi sono i pericoli che si possono correre quando si va in bicicletta d’estate

Andare in bicicletta è uno sport divertente e simpatico. Ci regala delle ore spensierate ed è un alleato formidabile per la nostra salute. Anche se è un’attività da bambini, gli adulti possono beneficiarne in maniera non indifferente. Certo, bisogna imparare ad andarci e a sentirsi a proprio agio in sella.

Nelle prossime righe, però, si parlerà di un argomento diverso e importante.

Questi sono i pericoli che si possono correre quando si va in bicicletta d’estate.

Questi sono i pericoli che si possono correre quando si va in bicicletta d’estate

Il primo pericolo a cui bisogna stare attenti è sicuramente il caldo. D’estate, infatti, il sole è sempre alto nel cielo e batte forte. Quando si va in bicicletta, non c’è alcuna eccezione. Bisogna prestare particolare attenzione a tale problematica. Si potrebbe incappare in un’insolazione o in problemi dermatologici come gli eritemi. Si consiglia, quindi, di evitare le ore più calde e assolate. Di indossare un cappellino o di bagnarsi i capelli regolarmente.

Anche gli animali che incontriamo per strada possono essere un pericolo. Cani, gatti o cinghiali nelle strade più rurali. Per non parlare degli insetti. Se non stiamo particolarmente attenti, potremmo avere dei guai seri. Potremmo perdere il controllo del veicolo. O essere attaccati da una bestia particolarmente agitata.

Oggetti e pericoli sulla carreggiata

Altri pericoli da non sottovalutare sono gli oggetti che si possono trovare sulla carreggiata. Rifiuti di ogni genere come bottigliette d’acqua usate si possono parare davanti a noi. Bisogna fare attenzione, inoltre, ai pedoni. Quando ci si trova sulle piste ciclabili è importante avere gli occhi aperti. Anche gli autoveicoli possono rappresentare una problematica abbastanza seria. Come i binari del tram.

Quando ci si trova in mezzo alla natura, infine, i pericoli si possono moltiplicare. Il terreno potrebbe essere accidentato e sconnesso.

È necessario prestare sempre la massima attenzione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te