Questi sono i passi per evitare il ban dell’account di Facebook

Usare i social network sia per mantenere dei contatti interessanti, sia per promuovere la propria attività, è una prassi comune.

Un altro aspetto fondamentale del social più usato al mondo è la possibilità di esprimere la propria opinione usando un gran numero di caratteri. Essendo una piattaforma privata, bisogna attenersi alle regole e ai regolamenti del sito, pena il blocco dell’account (il ban, appunto) in via temporanea o definitiva.

Questi sono i passi per evitare il ban dell’account di Facebook.

Come funziona Facebook

Sono poche le regole di base da seguire per utilizzare correttamente Facebook:

  1. Seguire con attenzione le direttive della piattaforma. Facebook è molto sensibile ai contenuti politici e sociali che hanno a che fare con pornografia, discriminazione e incitamento all’odio. Sono norme di condotta che dovrebbero costituire la base di qualsiasi rapporto interpersonale, ma ripeterlo non guasta. Attenzione: anche se il contenuto non è all’apparenza inappropriato, l’algoritmo spesso segnala i post in base a delle parole chiave o a delle immagini ambigue. Ad esempio, delle statue classiche di nudo possono essere riconosciute come pornografia, o post inerenti il razzismo essere tacciati del reato che condannano. L’intelligenza artificiale non è intelligente quanto pensiamo.
  2. Usare un nome plausibile, ma soprattutto, mai usare quello della propria azienda.Basta creare un profilo personale e da lì, menzionare la propria attività nelle informazioni personali o creare direttamente una pagina apposita. Ad ogni indirizzo e-mail corrisponde un account, mentre a un solo account possono corrispondere molte pagine. Molto più pratico e a zero rischio spam.
  3. Non inviare richieste d’amicizia a persone al di fuori della propria rete. Dopo un certo numero di rifiuti, l’account viene segnalato come spam a seguito di un questionario posto ai contatti che hanno ricevuto la richiesta di amicizia.

Attenzione ai sabotatori

Sebbene si seguano tutti i giusti passi per evitare il ban dell’account, purtroppo, c’è sempre chi “gioca sporco”. Siccome è facile segnalare su Facebook, parecchi utenti contrassegnano un profilo come spam o contravventore ai regolamenti, per danneggiarlo. Inoltre, è necessario ricordare che qualsiasi post può essere attaccato dai “troll” (provocatori) sulla rete.

Pubblico, ergo sum

Quando Facebook contrassegna come spam, la prima cosa che succede è il blocco dei post e commenti sui profili altrui. A seconda dei casi, si può anche impedire di mettere “mi piace” ai post, tra le sanzioni incluse nel ban.

È bene tenere a mente quali sono le regole del social, prima di pubblicare dei contenuti inappropriati e rischiare di perdere contatti e contenuti. Ciò che si pubblica come utente e come azienda (nel caso della promozione di un’attività) esprime l’identità digitale dell’individuo, nel bene, ma soprattutto, nel male.

Evitare di pubblicare decine di post giornalieri consentirà di renderli più fruibili (senza passare per spam) e di trascorrere meno tempo attaccati al telefono.

Questi sono i passi per evitare il ban dell’account di Facebook, buona permanenza sul social biancazzurro.

Consigliati per te