Questi sono gli angoli di casa dove si formano umidità e muffe da eliminare con piccole accortezze

Con l’inverno freddo e umidità, a volte, s’impadroniscono di casa. Anche con le maggiori attenzioni, qualche accumulo di umidità è sempre possibile e con essa la formazione di piccole muffe. Ma dove si vanno a creare queste ultime, se apparentemente la nostra casa ci sembra immune da loro? Ebbene molti li ignorano, ma questi sono gli angoli di casa dove si formano umidità e muffe da eliminare con piccole accortezze.

L’umidità è un vero problema nel periodo invernale. A parte che le giornate nebbiose e fredde la fanno entrare fin nelle ossa, ma a volte senza rendercene conto siamo noi stessi a crearla in casa. Il freddo ci induce a tener chiuse le finestre e quando si cucina, non si utilizza la cappa assorbiodori. In questo modo l’aria non si rigenera e il vapore, generato dalla cottura dei cibi, si accumula nell’aria.

Certamente lo si fa con lo scopo di mantenere il calore e in qualche modo di risparmiare su stufe e calorifici. Tuttavia, per ridurre le bollette salate e riscaldare casa naturalmente ci vuole qualche giusto consiglio.

Bisogna dire che è solo l’eccesso di umidità che fa male, ma la giusta dose di umidità nell’aria è importante per la salute. L’OMS dice che per una temperatura di 20 gradi l’umidità dovrebbe essere non superiore al 50% nell’aria.

Questi sono gli angoli di casa dove si formano umidità e muffe da eliminare con piccole accortezze

D’inverno è facile trovare un eccesso di umidità nelle nostre case. Questa si va poi a poggiare in alcuni punti con la possibilità di creare muffe. Queste si formano grazie a funghi microscopici che generano spore, portate via nell’aria. Per evitare ciò, meglio tener puliti alcuni angoli di casa.

Il bagno, si sa, è un ambiente dove si crea maggiore umidità. Per questo motivo, bisogna tener pulite le tende della doccia o i vetri del box doccia. Così anche, se si utilizzano, i tappetini antiscivolo che sono a contatto con l’acqua della doccia. Meglio evitare in bagno qualsiasi tipo di tappetino classico, come quelli scendiletto dove poggiare i piedi. Un rimedio efficace per il bagno, che tiene lontane le muffe e con cui lavare queste parti, è la candeggina.

Il frigo e altre zone

Riguardo al frigorifero è importante tener pulite sempre le guarnizioni, soggette a muffa. Anche le vaschette dove si accumula l’acqua dello sbrinamento del freezer sono da asciugare e tener pulite regolarmente.

Umidità e muffa potrebbero nascere nella stanza dove si lasciano sempre ad asciugare i panni lavati, soprattutto poi se questa non è ventilata.

Anche le piante che abbiamo in casa, se attaccate da malattie fungine, possono disperdere spore nell’ambiente in cui viviamo.

Tenendo sotto controllo questi punti dell’abitazione, si potrà respirare un’aria migliore. Da non dimenticare di far cambiare l’aria in casa un paio di volte al giorno.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te