Questi 2 titoli sono nel mirino e tra tutte le Borse Piazza Affari è osservata speciale 

Giovedì 23 i mercati azionari hanno festeggiato in anticipo il Natale. Le principali Borse hanno chiuso in rialzo anche se tutto lasciava pensare che sarebbe stata una seduta sotto tono. In Europa i principali listini hanno portato a casa guadagni tra il mezzo punto e il punto percentuale. I tre indici di Wall Street hanno realizzato rialzi simili.

Anche Piazza Affari ha chiuso la seduta in terreno positivo e sul listino si sono messi in luce in particolare CNH ed Enel. Questi 2 titoli sono nel mirino e tra tutte le Borse Piazza Affari è osservata speciale. L’indice Ftse Mib ha terminato la seduta a 27.016 punti in rialzo dello 0,7%. La chiusura sopra la soglia dei 27.000 punti ha un valore rilevante per la seduta di oggi e per le ultime 3 dell’anno. Prima di tutto perché i prezzi sopra la soglia psicologica dei 27.000 punti potrebbero attirare nuovi investimenti da parte degli operatori professionali. Inoltre perché l’indice maggiore di Piazza Affari è lontano appena il 3,4% dal massimo dell’anno. Se i prezzi nelle prossime sedute riuscissero a colmare questa distanza potrebbero segnare il massimo dell’anno e partire di slancio per il 2022.

Questi 2 titoli sono nel mirino e tra tutte le Borse Piazza Affari è osservata speciale

Gli occhi degli operatori sono puntati da tempo sulla Borsa italiana, perché tra i principali listini europei è quella con maggiori margini di guadagno. Parigi è sui massimi storici, Londra è vicina ai massimi assoluti. La stessa Borsa tedesca è a un passo dai massimi per altro realizzati lo scorso mese. L’indice Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB)  è distante circa il 90% dai massimi assoluti realizzati nel marzo del 2000. Il 2022 potrebbe essere l’anno della nostra Borsa e molto dipenderà da come finirà quest’anno.

Nella seduta odierna se il Ftse Mib riuscirà a superare i 27.200 punti si potrà dirigere verso il successivo target in area 27.400/27.500 punti. Invece al ribasso occorre monitorare la soglia dei 26.800 punti. Sotto questo livello i prezzi tornerebbero a 26.500 punti.

Negli ultimi giorni l’attenzione degli operatori è caduta su CNH e Enel.

CNH è in deciso rialzo da qualche seduta. Il 23 dicembre i prezzi hanno guadagnato il 3,4%. Il titolo è a un passo dai massimi storici di 17 euro. Il superamento di questa soglia spingerà l’azione verso i 20 euro. I segnali di debolezza arriveranno solo con un ritorno dei prezzi sotto i 16 euro.

Enel viene da una lunga fase ribassista ma nelle ultime sedute sembra avere ritrovato la via del rialzo. Il 2022 potrebbe essere l’anno del riscatto. Il superamento dei 7,1 euro spingerà i prezzi al primo target di 7,4/7,5 euro. Al ribasso i segnali di debolezza arriveranno solamente con una discesa sotto 6,7 euro.

Approfondimento
Il punto sui mercati

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te