Quest’erba aromatica profuma i davanzali ed è ottima per fare un pesto saporitissimo ma non si tratta del basilico

Chi vive in condominio e di conseguenza non ha a disposizione un giardino di proprietà deve ingegnarsi per praticare un po’ di giardinaggio.

Questo significa ripiegare su terrazze e balconi e a tal proposito abbiamo suggerito come sfruttare e valorizzare al meglio lo spazio, seppur ridotto.

Non abbiamo inoltre dimenticato di consigliare l’uso di queste app perfette per chi vuole abbellire o arredare gli esterni, magari rivedendone il design.

Fatte queste premesse, si può dire che sui davanzali trovino posto spesso e volentieri le erbe aromatiche, piccole e verdissime, nonché di facile manutenzione.

Tuttavia, pochi sanno che quest’erba aromatica profuma i davanzali ed è ottima anche per fare un pesto davvero saporito.

Si tratta dell’aneto, consigliatissimo da tenere sul davanzale della cucina per averlo a portata di mano quando si tratta di aromatizzare le varie ricette.

Se ben curato, risulta particolarmente rigoglioso e può raggiungere i 50-60 cm di altezza, creando quindi un bell’angolo verde.

Le sue foglie sottili ricordano molto il finocchietto selvatico e, come quest’ultimo, anche l’aneto vanta una sorta di retrogusto di anice e mentolo.

Piantarlo in questo periodo, poi, significa godere della sua fioritura che esplode in estate: le piccole gemme gialle e minute resisteranno sicuramente fino all’autunno.

Quest’erba aromatica profuma i davanzali ed è ottima per fare un pesto saporitissimo ma non si tratta del basilico

Naturalmente, pur non richiedendo cure eccessive, anche questa piantina cresce bene solo a patto che vengano rispettati alcuni piccoli accorgimenti.

Ad esempio, se collocato in esterni, bisogna tener conto che potrebbe soffrire una temperatura superiore ai 25 gradi, pur amando i luoghi caldi e soleggiati.

Importante dunque l’idratazione della pianta, da annaffiare con regolarità e soprattutto quando i rami risultano piuttosto affaticati e flosci.

Per quanto riguarda l’uso in cucina, come anticipavamo, oltre ad insaporire carne o pesce, l’aneto può diventare l’ingrediente principe di un pesto casalingo.

Tutto ciò che occorre si riassume in:

  • 75 g di aneto;
  • 30 g di nocciole;
  • 45 g di Parmigiano;
  • 120 g di olio extravergine d’oliva;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 1 pizzico di sale.

Si comincia con la pulizia dell’aneto, che prevede di eliminare le radici, mentre andranno utilizzati solo i fiori, ovvero le sommità dei rametti.

Trasferiamoli nel mixer con gli altri ingredienti e frulliamo fino ad ottenere una crema liscia e omogenea, sfruttando eventualmente anche l’acqua di cottura della pasta.

Et voilà, un condimento fresco e originale è pronto per vivacizzare la nostra pasta.

Lettura consigliata

Anziché piantare i soliti salvia e rosmarino potremmo coltivare questa pianta aromatica con foglie colorate dal profumo intenso

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te