Queste le cause dell’aggressività di alcuni cani e non è solo una questione di razza

Groucho Marx, terzo dei cinque fratelli Marx, famosissimo, geniale, dissacrante comico del Novecento aveva fatto del nonsense e dei giochi di parole la sua caratteristica. Proverbiale la sua battuta “Al di fuori del cane, il libro è il miglior amico dell’uomo. Dentro il cane, è troppo buio per leggere”.

Come si sa, il cane è veramente il miglior amico dell’uomo. La domesticazione dei cani è avvenuta tra i 20000 e i 40000 anni fa. In uno studio recente (Pendleton AL et al, 2020), si ipotizza che i primi lupi ad essere addomesticati fossero quelli più mansueti (caratteristica legata a fattori genetici) e meno aggressivi. Con la domesticazione, questo ha portato a una selezione degli animali, facendoli diventare i cani che conosciamo oggi.

In effetti, l’aggressività dei cani è una caratteristica da tenere in considerazione quando decidiamo di averne uno in casa. Sebbene non sia una regola scritta, generalmente il proprietario di un cane sceglierà l’animale che in qualche modo rappresenta un suo ideale di forza, eleganza, carattere e vivacità. Avevamo sottolineato questi aspetti quando ci siamo occupati di come scegliere la razza del proprio cane. Purtuttavia, è sempre possibile che anche animali di razze notoriamente bonarie possano avere degli atteggiamenti aggressivi e di rifiuto. Nei prossimi paragrafi, scopriremo che sono queste le cause dell’aggressività di alcuni cani e non è solo una questione di razza.

Un problema serio

Uno dei primi consigli che viene dato ai giovani che si avvicinano al giornalismo, è la ricerca della notizia. Questo consiglio viene riassunto benissimo da una frase: l’uomo che morde il cane. Infatti, mentre il cane che morde un uomo non fa notizia per la sua plausibilità, al contrario l’uomo che morde il cane diventa immediatamente un fulcro di curiosità e originalità. Per la cronaca: in un articolo apparso il 04 luglio 2007 sul Corriere della Sera, si riporta il caso di un uomo, in Cina, che ha ucciso un cane a morsi.

Ad ogni modo il possibile comportamento aggressivo di un cane da compagnia è un problema serio, che influenza il benessere, la gestione e l’accettazione pubblica del cane.

Queste le cause dell’aggressività di alcuni cani e non è solo una questione di razza

In uno studio pubblicato su Scientific Report di Nature (Mikkola S et al, 2021), i ricercatori hanno analizzato le risposte di 13715 proprietari di cani e su questi dati hanno effettuato degli studi statistici. Hanno così scoperto che sono diversi i fattori che influenzano l’aggressività dei cani verso le persone. Alcuni di questi fattori erano in parte noti e comunque intuibili. Altri, invece sono risultati essere un po’ più inusuali. Per esempio i cani più anziani o con corporatura piccola erano anche i più aggressivi. Così come lo erano quelli che avevano paura o che non vivevano con altri cani. Ma un altro elemento ha fornito materiale per i ricercatori. Alcuni soggetti aggressivi, infatti, erano i primi animali di compagnia di proprietari inesperti che non avevano mai avuto cani in precedenza.

Per questo motivo i ricercatori sottolineano che la prima cosa da fare, a differenza di quanti molti credono, è quella di educare prima i proprietari. Anche facendo questo potremo evitare che il cane assuma atteggiamenti aggressivi.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te