Questa spettacolare pianta perenne dal fogliame argentato è perfetta per bordure e siepi del giardino, ma anche per balconi e interni

Inutile negarlo, la presenza delle piante dentro e fuori casa infonde alla nostra dimora un tocco in più. Esse, infatti, colorano e stemperano l’aspetto artificiale delle nostre abitazioni.

Inoltre, la soddisfazione di vederle crescere giorno dopo giorno rigogliose grazie alle nostre cure non può che riempirci di orgoglio.

Per scegliere la pianta giusta dovremo tenere presente la sua collocazione. A volte però, possiamo contare su alcune specie jolly che ben si prestano ai diversi ambienti.

Questa spettacolare pianta perenne dal fogliame argentato è perfetta per bordure e siepi del giardino, ma anche per balconi e interni

Per avere un giardino sempre verde e lussureggiante, dovremo rivolgere la nostra attenzione a una pianta perenne. Così che, anche durante l’inverno, il suo fogliame rimanga sempre bello ricco, come ad esempio la maestosa Yucca recurvifolia o la sempreverde Haemanthus albiflos.

Se però il nostro scopo, oltre che ornamentale, dovesse essere creare delle siepi o bordure, possiamo rivolgere la nostra attenzione verso un’altra pianta, davvero insolita e particolare. Si tratta della Cineraria marittima.

Caratteristiche sono le foglie, che assomigliano ad alghe dalla colorazione argentea. Un effetto dovuto alla peluria grigia superiore e alla colorazione sottostante biancastra.

Inoltre, questa pianta si può coltivare anche sui balconi di qualunque misura, poiché dotata di dimensioni ridotte. Altresì, può essere messa a dimora anche in un vaso e portata dentro casa.

Cura della Cineraria marittima

Questa spettacolare pianta perenne dal fogliame argentato è perfetta per bordure e siepi del giardino, ma anche per balconi e interni. In estate poi si caricherà di piccoli mazzetti di fiori gialli, molto simili a margherite.

Sarà importante, in quel periodo, effettuare la cimatura e rimuovere i rami secchi.

La Cineraria marittima è una pianta perenne che solitamente cresce nelle zone marittime. È abbastanza resistente all’inverno, ma non alle temperature eccessivamente rigide. Richiede inoltre molta luce solare ma non diretta.

Si adatta bene a terreni secchi, soprattutto se sabbiosi, ma dovranno essere ben drenati per evitare ristagni idrici.

A tal proposito, vuole annaffiature costanti ma solo quando il terreno sarà totalmente asciutto.

Pur essendo una pianta perenne, il suo ciclo vitale talvolta tende a essere breve, motivo per cui spesso la si coltiva come una pianta annuale.

È però facilmente riproducibile attraverso i semi, ma anche per talea. Infatti, in estate, si possono coltivare direttamente alcuni rametti nella terra per avere dei nuovi e bellissimi esemplari.

Ne potremmo così ottenere tanti con cui abbellire elegantemente interni ed esterni della nostra casa, sfruttando il potere decorativo del suo originale fogliame.

Lettura consigliata

Per cicatrizzare i rami spezzati del limone e tenere lontani parassiti e malattie basta questo infallibile trucchetto

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo i comportamenti dei nostri lettori nei confronti di utensili presenti in casa o in giardino. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con attrezzi per la casa e il giardino per evitare di creare spiacevoli incidenti. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te