Questa ricetta della nonna stupirà i nostri ospiti, costa poco ed è un ottimo secondo

Per variare le pietanze da proporre in tavola soprattutto se parliamo di secondi, non possiamo non considerare la valida alternativa della lonza di maiale. Proponiamo infatti una ricetta in agrodolce con prugne che sembra provenire dalla tradizione culinaria saporitissima di mamme e nonne. E con l’aggiunta delle prugne riusciremo in una ricetta sfiziosa che stupirà tutti e accontenterà grandi e piccini. Per prepararla bastano circa 15 – 20 minuti e poi dobbiamo considerare circa un’ora di cottura.

Gli ingredienti per 6 porzioni sono:

  • 800 gr di lonza;
  • 200 gr di prugne secche senza nocciolo;
  • 100 gr di pancetta;
  • 1 cucchiaio di miele;
  • 2 scalogni e 2 spicchi d’aglio;
  • Odori: rosmarino, cannella in polvere, chiodi di garofano in polvere, noce moscata, origano secco;
  • 5 cl di cognac;
  • 6 cucchiai di aceto balsamico e 6 di olio extravergine di oliva;
  • sale e pepe;
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva per appassire.

Questa ricetta della nonna stupirà i nostri ospiti, costa poco ed è un ottimo secondo

Per la preparazione iniziamo a far appassire in una padella con un filo d’olio i due scalogni tagliuzzati e aggiungiamo la pancetta. Uniamo le prugne e facciamo insaporire a fiamma bassa per alcuni minuti e lasciamo intiepidire. A questo punto prendiamo la lonza e incidiamo a forma di croce con un taglio in grado di contenere gli ingredienti già miscelati e saltati in padella. Spennelliamo la superficie con il miele, regoliamo di sale e aggiungiamo le spezie e gli aromi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

La cottura della carne di maiale

A questo punto poniamo la carne in una casseruola con aglio e rosmarino, uniamo l’olio, facciamo rosolare e sfumiamo con il cognac. Versiamo un poco di acqua bollente e lasciamo cuocere a fuoco medio per circa un’ora. Se necessario aggiungiamo poco alla volta un po’ d’acqua. Quando siamo al limite con i tempi di cottura possiamo aggiungere l’aceto balsamico e far insaporire per una manciata di minuti dopodiché spegniamo i fuochi. Lasciamo qualche minuto in posa in modo da dare il tempo ai sapori di amalgamarsi.

Un consiglio

Questa ricetta della nonna stupirà i nostri ospiti, costa poco ed è un ottimo secondo. Riportiamo un consiglio pratico per testare la cottura. Dopo un’ora circa da quando la pentola è sui fuochi possiamo bucare la lonza con uno spiedino. Se il liquido è rosato vuol dire che la carne è pronta per essere servita in fette gustosissime. A chiusura del pasto consigliamo questo gustosissimo dessert al caffè.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te