Questa meravigliosa cittadina veneta è l’ideale per una fuga di 2 giorni durante le feste tra storia e prodotti tipici per godersi a pieno l’atmosfera natalizia

Il Veneto è una regione piena di posti meravigliosi. Spesso e volentieri, però, ci fermiamo a visitare oppure a pubblicizzare l’incontrastata laguna o la città degli innamorati. Ma non esistono solo Verona e Venezia, e nemmeno la sorella di quest’ultima Padova. C’è anche un altro posto che merita davvero di essere visitato ed è Vicenza.

Questa meravigliosa cittadina veneta è l’ideale per una fuga di 2 giorni durante le feste tra storia e prodotti tipici per godersi a pieno l’atmosfera natalizia.

La città è un vero e proprio tripudio di bellezze architettoniche. A partire dalla bellissima Piazza dei Signori, che si apre in tutta la sua maestosità e grandezza dopo le due colonne. Quella con il Cristo Redentore e quella con il Leone di San Marco costruita dopo la sottomissione di Vicenza alla Serenissima.

Protagonista assoluta della piazza è la Basilica Palladiana, che sebbene abbia questo nome era in realtà il centro politico della città. Con le sue due logge di archi, questo perfetto esempio di simmetria architettonica è uno dei migliori esperimenti di Andrea Palladio e riecheggia Piazza San Marco.

Doverosa una tappa anche alle meravigliose ville Palladiane che stanno poco fuori la città

Di fronte troviamo il Palazzo del Monte di Pietà con la facciata della Chiesa di San Vincenzo. E oltre il Palazzo del Capitaniato, voluto sempre da Palladio nel 1565 per dare una sede al capitanio di Venezia. Le colonne in mattone, le statue e gli stemmi lo rendono un edificio degno di nota. Per notare le bellezze di Vicenza possiamo anche solo passeggiare per le vie della città e passare per Corso Andrea Palladio. Questa è la via principale della città ed è costeggiata da portici con negozi, bar, ristoranti e botteghe. Soprattutto il corso è costellato di bellissimi Palazzi signorili come Porto-Braganze, Trissino-Baston e Leone-Montanari. Inoltre durante il periodo natalizio la città si arricchisce con meravigliose decorazioni e mercatini con prodotti tipici.

Questa meravigliosa cittadina veneta è l’ideale per una fuga di 2 giorni durante le feste tra storia e prodotti tipici per godersi a pieno l’atmosfera natalizia

Nell’arco del weekend o della nostra tappa a Vicenza, meritano una visita anche le ville Palladiane che si trovano poco fuori il centro città. Bellissima Villa la Rotonda con la pianta circolare e la cupola che richiama il Pantheon di Roma. Doverosa una visita anche a Villa Valmarana “ai Nani” con gli affreschi di Giambattista e Giandomenico Tiepolo.

Il nostro giro vicentino può concludersi in una delle osterie o dei ristoranti tipici. Potremo ristorarci con un ottimo risotto ai bisi, ovvero con i piselli, oppure i bigoli, ovvero degli spaghettoni ruvidi e grossi. Famossimo anche il baccalà alla vicentina e i formaggi veneti. La tradizione culinaria vicentina è piena anche di dolci buonissimi come pandoli, pevarini e zaletti.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te