Questa è la cremosa crostata alla frutta fresca più amata e leggera dell’estate

Accendere il forno in estate è davvero un’impresa. Il clima caldo ci allontana da tutte possibili fonti di calore e dall’idea di preparare una torta fumante. Eppure non è necessario rinunciare a una golosa merenda pomeridiana. Ci stupiremo di poter preparare un dolce ottimo senza utilizzare il forno e soddisfare tutti nostri desideri. Con pochi ingredienti e una ricetta facile, questa è la cremosa crostata alla frutta fresca più amata e leggera dell’estate.

Un dolce delicato che conquisterà tutti e soprattutto gli amanti di dolci più difficili da accontentare. Tutto ciò sempre con un occhio di riguardo alle calorie e alla linea. Infatti si tratta di una ricetta senza zucchero.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Gli ingredienti necessari per la base

  • 40gr di mandorle pelate;
  • 10gr di sciroppo d’agave o miele;
  • 10gr di burro o olio evo o di cocco;
  • 30g di fiocchi d’avena tritati grossolanamente
  • 1 pizzico di sale.

Per la farcitura di crema 

  • 1 tazza di anacardi ammollati,
  • 1 yogurt di soia;
  • 30gr di malto o sciroppo d’acero o miele;
  • scorzetta di limone grattugiata;
  • 2 o 3 pesche per la crema e la decorazione.

Questa è la cremosa crostata alla frutta fresca più amata e leggera dell’estate

Si inizia la preparazione della crostata a partire dalla base. Tritiamo insieme le mandorle e i fiocchi d’avena, aggiungiamo il sale. Poco alla volta uniamo il burro sciolto o l’olio e poi lo sciroppo d’acero. Eventualmente è possibile rendere la base più dolce aumentando la quantità di dolcificante. Una volta ottenuto un impasto omogeneo, stenderlo in una tortiera a cerniera foderata di circa 20cm.

Poi si passa alla crema. Per prepararla basta frullare insieme tutti gli ingredienti tranne che le pesche. Se si tratta di pesche noci è possibile lasciare la buccia. Contrariamente queste andranno spellate. Uniamo solo una pesca alla crema e grattiamo della scorzetta di limone. Una volta che la crema è pronta, versiamola sulla frolla e riponiamo tutto in frigorifero per 2 ore minimo. Prima di servirla decoriamo la superfice con fettine delle pesche rimaste. Riporre sempre la crostata in frigorifero e consumarla entro qualche giorno.

Approfondimento

Il piacere della torta di carote e mandorle per un morbido sogno di dolcezza e 280Kcal

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te