Questa banca storica e prestigiosa offre alcuni posti di lavoro a tempo indeterminato ai laureati in lingue 

La Gazzetta Ufficiale n. 5 del 18 gennaio presenta un bando di selezione indetto della Banca d’Italia. In particolare, si ricercano 3 laureati specializzati nella traduzione dall’italiano all’inglese, da inquadrare nel segmento di ‘Esperto’.

Il numero dei posti messi a concorso non è enorme come nel caso, per esempio, dei 2.818 posti disponibili presso alcuni Ministeri (scadenza 7 febbraio). Tuttavia, si tratta di un’occasione per accedere nella Banca Centrale della Repubblica Italiana.

Presentiamo i passaggi chiave del testo. Anticipiamo solo che questa banca storica e prestigiosa offre alcuni posti di lavoro a tempo indeterminato ai laureati in lingue.

Uno sguardo ai requisiti di partecipazione

Per accedere al concorso vengono richiesti i seguenti requisiti (pena l’esclusione):

  • conoscenza dell’inglese a livello di parlante nativo C2 (English native speaker-standard), ossia conoscenza perfetta. Inoltre è richiesta la conoscenza dell’italiano almeno a livello C1 (conoscenza approfondita);
  • possedere una laurea magistrale/specialistica tra le seguenti classi: LM-37, LM-38, LM-94, 39-S, 42/S, 43/S, 104/S. In pratica si tratta di lauree afferenti a lingue e letterature moderne, interpretariato di conferenza, traduzione specialistica e affini;
  • esperienza documentata almeno biennale di traduzione dall’italiano all’inglese di testi economici e/o giuridici;
  • cittadinanza italiana o di altro Stato membri UE, secondo quanto dispone la legge al riguardo;
  • idoneità fisica all’impiego e godimento dei diritti civili e politici;
  • non aver tenuto comportamenti incompatibili con le mansioni da espletare in BdI.

Questi requisiti potranno essere verificati in qualunque momento da BdI. I futuri assunti, infine, saranno impiegati presso la Divisione servizi linguistici, a Roma.

In merito alla domanda di ammissione al concorso

Le istanze vanno prodotte e inoltrate solo online, tramite l’applicazione disponibile sul portale istituzionale. Il bando non prevede altre forme di invio delle istanze.

Infine, il termine ultimo per l’inoltro è fissato alle ore 16.00 del 22 febbraio 2022.

Uno sguardo alle prove di concorso

Le prove da sostenere (a Roma) sono due, una scritta e una orale. L’esame scritto dura fino a un massimo di 4 ore e prevede lo svolgimento di 3 traduzioni dall’italiano all’inglese. Un primo testo di carattere divulgativo, poi un estratto di un intervento, infine un brano di natura tecnico-economico destinato a una pubblicazione.

Le 3 traduzioni vengono valutate fino a un massimo di 60 punti, ossia massimo 20 punti a prova. Servono 12 punti a traduzione per superare la prova. Tuttavia, alla prova orale accedono anche i candidati che hanno ottenuto almeno 10 punti in una sola delle traduzioni tra la seconda e la terza. L’importante è avere un punteggio complessivo di almeno 36 punti.

Questa banca storica e prestigiosa offre alcuni posti di lavoro a tempo indeterminato ai laureati in lingue

L’esame orale prevede invece tre passaggi. Una prima prova pratica di revisione di un testo in lingua inglese. Poi un commento in lingua inglese di un testo in lingua italiana. Infine una conversazione in italiano su tematiche inerenti l’analisi del linguaggio istituzionale.

In chiusura, invitiamo il Lettore interessato a prendere visione integrale del bando per tutti i dettagli del caso.

Approfondimento

Questi fortunati laureati guadagnano 1.841 euro netti a 5 anni dal titolo e sono richiestissimi.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te