Quasi nessuno sa quali sono i gesti più curiosi e indimenticabili per avere un matrimonio da sogno

Nell’organizzazione di un matrimonio è la cura per i dettagli a fare la differenza.
A chiunque sarà capitato di ricordare in particolare modo un matrimonio cui ha partecipato.
Ciò accade non soltanto per il coinvolgimento emotivo con gli sposi, ma anche per il modo in cui il matrimonio è stato organizzato.
C’è chi lo ricorda per il magnifico buffet, chi per la location mozzafiato e per l’allestimento, chi per il divertimento.
E, in effetti, esistono una serie di gesti che imprimono nella mente degli invitati l’evento e lo faranno ricordare per gli anni successivi, altri che bisogna necessariamente conoscere.

Infatti, quasi nessuno sa quali sono i gesti più curiosi e indimenticabili per avere un matrimonio da sogno.

Sulla sposa…

Per gli inguaribili romantici occorre conoscere la leggenda intorno alla sposa.
Nello specifico, la tradizione vuole che la sposa, il giorno delle nozze, indossi qualcosa di vecchio, qualcosa di nuovo, qualcosa di prestato e qualcosa di blu.
Ogni oggetto è ricco di significato. Indossare qualcosa di vecchio rappresenta il legame della sposa con il suo passato e, in particolare, il rapporto con la famiglia. La tradizione vuole che questo oggetto possa essere, ad esempio, un gioiello o un accessorio appartenuto alla madre o alla nonna, come il velo.
Quello nuovo riguarda la vita ricca di novità cui la sposa sta andando incontro: può essere rappresentato dall’abito, dalla lingerie o dalle scarpe che indossa.
Chi ha un rapporto speciale con un’amica avrà avuto mille occasioni per prestare o farsi prestare qualcosa. Anche il giorno delle nozze, non si può perdere l’occasione di farsi prestare qualcosa da un’amica o un amico speciale.
In questo modo la sposa sarà accompagnata dall’affetto delle persone care durante la navata, luogo che simboleggia il passaggio da fidanzata a sposa.

Infine, il blu. Questo colore simboleggia l’amore fedele e duraturo nel tempo. Può essere presente nell’outfit della sposa in mille modi: nel bouquet, nella lingerie, in una spilla tra i capelli.

In realtà, oggi c’è un piccolo trucchetto, del tutto impercettibile, per avere qualcosa di blu senza sbilanciare l’armonia dei colori scelti dalla sposa. L’etichetta del vestito da sposa.

In alcuni atelier gli abiti vengono già confezionati con l’etichetta blu all’interno. In alternativa, è possibile applicare una piccola striscia di raso o di seta al di sopra di essa e la tradizione d’augurio è rispettata!

…ma anche per lo sposo

Anche intorno al bouquet girano molte tradizioni. A seconda che ci si trovi al nord o al sud Italia l’usanza cambia. Al nord la tradizione vuole che il bouquet sia regalato dal futuro marito come ultimo regalo di fidanzamento; al sud invece sarà la suocera a doverlo confezionare.

Che dire invece dello sposo? Molte le curiosità intorno alla cravatta.
Essa deve essere portata sempre dritta, mai storta poiché sinonimo di malaugurio per la coppia.

Inoltre, durante il ricevimento, è tradizione tagliare la cravatta dello sposo e cederla a parenti e amici, in cambio di una donazione in denaro per gli sposi. Maggiore sarà la donazione più grande sarà il lembo di cravatta donato all’amico o parente.

Quasi nessuno sa quali sono i gesti più curiosi e indimenticabili per avere un matrimonio da sogno: con questa mini guida qualche trucchetto è stato finalmente svelato.

Consigliati per te