Esiste un unico caso in cui si può stendere un prato di erba sintetica a metà prezzo con il bonus ristrutturazioni e la cessione del credito o lo sconto in fattura

Lo Staff di Proiezioni di Borsa ha già spiegato qui il bonus verde, i requisiti per accedere all’agevolazione e quanto cospicua sia la cifra che verrà rimborsata con tale bonus (1.800 euro su una spesa di 5.000 euro).

La copertura di aree private o condominiali con erba sintetica non rientra fra gli interventi agevolabili con il bonus verde o bonus giardino. La ratio dell’incentivo sta proprio nel premiare chi opta per un ampliamento del verde e della vegetazione. L’erba sintetica non rientra in questa categoria.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Questo particolare tipo di rivestimento è classificabile come un intervento di ordinaria amministrazione. Purtroppo il rientrare in questa categoria di interventi è sufficiente per escludere la pavimentazione con erba sintetica dagli interventi agevolabili con il bonus ristrutturazioni con una detrazione fiscale pari al 50%.

Esiste un unico caso in cui si può stendere un prato di erba sintetica a metà prezzo con il bonus ristrutturazioni e la cessione del credito o lo sconto in fattura, ecco quale.

Problemi reali di natura straordinaria

Se la pavimentazione in erba sintetica è mirata a risolvere problemi reali di natura straordinaria come “cedimenti, infiltrazioni, ristagni ecc.”, allora sarà agevolabile con il bonus ristrutturazioni. La buona notizia è che verrà rimborsata la metà delle spese sostenute. E addirittura si potrà usufruire della cessione del credito d’imposta o dello sconto in fattura. Vi sarà, poi, l’applicazione in fattura di IVA agevolata al 10%.

Le cattive notizie riguardano, invece, un po’ di burocrazia aggiuntiva.

Si richiederanno, ad esempio:

a) l’asseverazione di un tecnico (geometra o ingegnere) che attesti la natura straordinaria dell’opera. E che dovrà redigere una pratica di nome CILA. La CILA si dovrà presentare al Comune di pertinenza in via manuale o telematica;

b) il pagamento dei diritti comunali. Questi si aggirano intorno ai 50 euro;

c) la compilazione del documento di richiesta di IVA agevolata al 10% per l’intervento di manutenzione straordinaria.

Ecco perché esiste un unico caso in cui si può stendere un prato di erba sintetica a metà prezzo con il bonus ristrutturazioni e la cessione del credito o lo sconto in fattura.

Consigliati per te