Quanto può perdere ancora il titolo Atlantia? E può rimbalzare?

Quanto può perdere ancora il titolo Atlantia? La domanda ha un fondamento perché in base alla risposta si può capire se nei prossimi giorni potrebbe costituire una occasione di acquisto. Dopo il crollo, l’azione può rimbalzare?

Il futuro del titolo passa per l’esito della decisione sulla Concessione

Per Atlantia quella di ieri è stata una giornata da dimenticare, con un calo che ha addirittura zavorrato Piazza Affari. Prima c’è stata la sentenza della Corte Costituzionale che ha dato ragione al Governo sull’esclusione di Aspi nella ricostruzione del ponte di Genova. Poi è arrivata la convocazione del Governo ai vertici del gruppo per discutere sul rinnovo della Concessione.

Così ieri il titolo (MI-ATL) ha subito una botta arrivando a perdere fino al 10%. Per alcuni tratti della mattina è stato anche sospeso per eccesso di ribasso. Alla fine della giornata Atlantia ha chiuso in calo dell’8% a 13,11 euro. Adesso il titolo potrebbe rimbalzare e costituire una opportunità di acquisto? Vediamo secondo l’analisi dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa quali sono i livelli chiave da monitorare e la strategia da seguire

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Quanto può perdere ancora il titolo Atlantia? E può rimbalzare?

Prima considerazione da fare. Ieri la discesa si è fermata a 13 euro. A questo livello passa una forte supporto che ha lavorato egregiamente ed ha respinto i prezzi. Se tenesse anche oggi potremmo assistere a un recupero del titolo. In questo caso potrebbe risalire fino a 14,23 euro, perché a quella soglia chiuderebbe il gap aperto ieri.

A quel punto ci sarebbero due scenari. Il primo è quello che vede il recupero proseguire fino ai 16 euro, massimi relativo segnato a inizio giugno. Questo scenario si verificherebbe alla condizione che ad Aspi venga confermata la Concessione per la gestione delle autostrade italiane.

Invece una violazione al ribasso porterà l’azione prima a 12,3 euro e poi in area 10,5 euro. Questo scenario sarebbe probabile se si rafforzasse l’ipotesi che ad Aspi venga revocata la Concessione.

Vuoi scoprire cosa è accaduto ieri in Borsa? Leggi qui

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.