Quanto percepirò di pensione?

Come sapere quanto prenderò una volta conclusa la carriera lavorativa e se l’importo che percepirò mi consentirà una vita dignitosa? Quanto percepirò di pensione?

Il futuro assegno pensionistico mi permetterà di conservare l’attuale mio tenore di vita o dovrò adeguarmi ad alcune rinunce? E nell’eventualità di una retribuzione sensibilmente inferiore agli attuali introiti, sarebbe opportuno o conveniente accendere un fondo pensione.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

La pensione integrativa può rivelarsi un’opzione vincente per quanti intendono giungere alla conclusione della parabola lavorativa e godere di una maggiore serenità economica. Se però non ho modo di provvedere, oltre che al sostentamento quotidiano, all’accumulo di denaro per la previdenza integrativa mi premerà sapere quanto percepirò di pensione.

Il calcolo

Conoscere con largo anticipo quale sarà lo scenario economico che il futuro ha in serbo per noi, assicura una buona dose di tranquillità al presente. Esiste la possibilità di sapere con un apprezzabile margine di approssimazione a quanto ammonterà l’assegno pensionistico. Ovviamente per effettuare un calcolo il cui risultato si approssimi quanto più possibile al reale importo spettante, occorre munirsi di alcuni dati precisi.

La stima dell’ammontare della pensione avrà un carattere puramente indicativo nella misura in cui i dati comunicati dal lavoratore saranno poco attendibili o precisi. A ciò si aggiunga che l’importo netto dell’assegno pensionistico che si percepirà in futuro è ad oggi calcolato sulla scorta delle attuali detrazioni Irpef. Ciò equivale a dire che qualunque calcolo relativo all’ammontare della retribuzione pensionistica non potrà che fornire una cifra meramente indicativa.

Il simulatore Inps per la pensione

Forse non pochi ignorano l’esistenza del cosiddetto simulatore per il calcolo della pensione che l’Inps ha messo a disposizione dei contribuenti. A partire dal 2015 sul sito ufficiale dell’Istituto di Previdenza sociale compare un’area denominata “La mia pensione”. L’utente ha modo di accedere online inserendo le credenziali, ovvero il pin Inps, e di conoscere anzitempo a quanto ammonterà il proprio assegno pensionistico.

Il ricorso al simulatore consente di prevedere l’importo spettante sulla base dei contributi versati nel corso della carriera lavorativa. L’utente che ricorre al simulatore ha anche occasione di monitorare i contributi versati e l’eventuale omissione di contribuzione dovuta ad errore del sistema.

Consigliati per te