Quanto costa una nuova caldaia e quanto si risparmia in bolletta?

Davanti ai salassi legati alle utenze domestiche, ogni famiglia ha davanti a sé un interrogativo. Sono più vantaggiosi i tagli in bolletta che seguono all’acquisto di una nuova caldaia o meglio evitare l’acquisto del nuovo e risparmiare sulle spese attuali?

Ovviamente non esiste risposta certa e univoca, ma tutto dipende e cambia da casa a casa, e da un singolo caso a un altro. In questa sede, vedremo nel dettaglio quanto costa una nuova caldaia e quanto si risparmia in bolletta.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

In particolare, distingueremo le caldaie in base ai tre tipi maggiormente diffusi nelle case degli italiani. Procediamo con ordine.

Quali sono i costi di una nuova caldaia?

I costi di una nuova caldaia variano in funzione di più parametri da considerare contemporaneamente. Essi sono:

a) la marca e il modello;

b) il tipo di alimentazione scelto (ossia il combustibile utilizzato). Al riguardo abbiamo quelle a legna, quelle a gas metano, a gpl, a pellet e infine a gasolio;

c) se sono da interno o esterno all’abitazione;

e) le spese legate alla disinstallazione della vecchia caldaia e quelle della sua installazione e successiva manutenzione nel tempo (ovvero la pulizia).

Le caldaie a gas metano

Dunque, quanto costa una nuova caldaia e quanto si risparmia in bolletta? Come abbiamo visto prima, i parametri da tenere a mente contemporaneamente sono molteplici.

Le caldaie a metano, posizionate, sia all’interno che all’esterno dell’abitazione, sono probabilmente tra le più diffuse nelle nostre case. Abbiamo spulciato più listini prezzi e concludiamo che quelle economiche partono da 500-550 euro. Il grosso dell’offerta (anche a seconda delle marche e delle funzionalità) oscilla tuttavia sui 700-1.100 euro.

Invece i modelli più efficienti e/o quelli a tenuta stagna arrivano a costare anche fino ai duemila. Si tratta spesso di modelli perfetti da installare ovunque (interno o esterno all’abitazione) e in genere garantiscono alte prestazioni e consumi ridotti.

Accanto alla spesa fissa di natura pluriennale (la caldaia) va poi tenuta a mente la spesa corrente data dalla manutenzione ed i consumi. La prima la si sostiene di solito una sola volta all’anno. Quella legata ai consumi invece, mediamente oscilla sui 1.000 annui, ma tutto è in funzione del clima del luogo e delle scelte personali in merito.

Riscaldamento a pellet e a condensazione

Le caldaie a pellet, anch’esse assai diffuse nelle nostre case, costano sui 2mila euro nei modelli di base. Anche in questo caso i modelli più efficienti prezzano di più: si parte da 3.000, per arrivare fino a 5mila. In pratica costano di più rispetto alla classica caldaia a gas metano. Ma la maggiore spesa la si recupera nel corso del tempo in termini di risparmi sul riscaldamento.

Passiamo adesso al costo medio delle caldaie a condensazione. Anche in questo caso i prezzi variano a seconda della marca e della potenza scelta. I modelli con potenza media da 24kW costano di norma tra i 1.200 e i duemila euro. Diversi fornitori tuttavia attualmente la vendono a circa 5-600 euro, se con cessione del credito. Insomma, una bella occasione per rimodernare casa e dare un taglio  alla bolletta. I risparmi vanno dall’ordine del 30% sulla fornitura di acqua calda fino 50-60 gradi, mentre scende sul 20% per sui 70-80 gradi.

I modelli più sofisticati di questa versione e 32 kW di potenza possono infine arrivare a costare anche 3-4 mila euro. In questi casi l’investimento in termini di eccellenza è molteplice e ben assicurato.

Pertanto, quanto costa una nuova caldaia e quanto si risparmia in bolletta

Un altro aspetto da non trascurare, e che rimandano sempre alla voce risparmio, è quello delle detrazioni fiscali.

In merito ai costi legati alla sostituzione della vecchia caldaia va detto che questi si possono portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi. Essi sono infatti costi sostenuti per la riqualificazione energetica dell’edificio. Per quanto riguarda la detrazione per le caldaie, essa è conseguibile solo se si installano caldaie a biomassa o a condensazione e di classe almeno A.

Abbiamo dunque illustrato in sintesi quanto costa una nuova caldaia e quanto si risparmia in bolletta.

Consigliati per te