Quanto costa e cosa offre il conto di base BancoPosta?

In questa sede la Redazione di ProiezionidiBorsa prenderà in esame il prodotto BancoPosta e ne analizzerà i vari format proposti alla clientela. In particolare, ci chiederemo: quanto costa e cosa offre il conto di base BancoPosta? Procediamo con ordine.

La gamma dei prodotti offerti

La gamma dei prodotti offerti dalle Poste vede anzitutto una prima classificazione. Abbiamo da un lato il conto BancoPosta tradizionale, che si divide in quattro distinte tipologie differenti. Accanto ad esso troviamo il conto BancoPosta di base, che è la tipologia di conto sulla quale ci soffermeremo oggi.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Questo prodotto di base, nella sua versione standard, ha un canone annuo di 30,00 euro. Come afferma lo stesso nome, lo strumento offre al cliente i servizi essenziali sia di incasso che di pagamento. In particolare, i servizi offerti sono solo tutti quelli indicati dal decreto MEF n. 70/2018.

Esso include l’erogazione della carta di debito Carta BancoPosta ed un determinato novero di operazioni possibili.

Le due versioni del conto di base BancoPosta

Vediamo quindi quanto costa e cosa offre il conto di base BancoPosta.

Questo si divide, a sua volta, in due versioni: standard e pensionati. La prima, come già detto poco sopra, costa 30 euro all’anno, ossia 2,50 euro al mese. Tuttavia, è gratuito per i richiedenti di tale conto con reddito ISEE inferiore agli 11.600 euro e non si paga neanche l’imposta di bollo prevista per legge.

La versione pensionati è invece rivolta ai percettori di trattamenti pensionistici fino alla soglia massima dei 18mila euro annui lordi. Questo speciale conto è gratuito e contempla solo alcune tipologie di servizi e un numero fisso di operazioni.

La promozione relativa alla cessione del credito d’imposta

In merito a tale conto, esiste da qualche mese una promozione particolare. Essa è rivolta solo ai nuovi clienti che decidessero di aprire il conto di base BancoPosta. E che poi successivamente effettuassero una cessione del credito d’imposta con Poste. Tale cessione del credito può avvenire fino al 31 dicembre del 2021 (essa è partita il 19 ottobre dello scorso anno). Pertanto, ai fini di questa promozione sono escluse le eventuali sostituzioni di conti già in essere.

In questi casi, il canone del c/c sarà pari a zero per sei mesi a partire da quello di avvenuto accredito dell’importo relativo alla cessione del credito d’imposta. Infine, tale promozione vale una sola volta e poi stop (per singolo conto).

Quanto costa e cosa offre il conto di base BancoPosta?

Per aprire il conto di base BancoPosta è sufficiente recarsi presso uno degli sportelli fisici di Poste sparsi sul territorio. E ricordarsi di portare con se un documento personale di riconoscimento, oltre al codice fiscale.

Infine, in merito alla chiusura dello stesso strumento si può procedere in uno di questi due modi alternativi. Il primo, recarsi presso un qualsiasi ufficio postale presente sul territorio e procedere con la relativa pratica. Il secondo, compilando l’apposito modulo di richiesta chiusura conto ed inviandola con raccomandata con avviso di ricevimento. L’indirizzo potrà essere o quello dell’ufficio postale con cui si ha in piedi il c/c oppure al Centro Servizi Firenze, 2 – CP 5000 – 50142 Firenze (FI).

Ecco dunque illustrato in sintesi quanto costa e cosa offre il conto di base BancoPosta. Infine, nell’articolo di cui qui il link illustriamo quanto offrono i Buoni fruttiferi postali in questo primo scorcio di 2021.

Consigliati per te