Quanti animali al massimo in condominio?

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Animali domestici che passione. Ma i gatti miagolano, i cani abbaiano ed i vicini di casa vorrebbero tranquillità  e silenzio. Per caso una legge ci dice quanti animali si possono avere al massimo in condominio?

In primo luogo occorre ricordare che con la riforma del condominio del 2012 si è espressamente proibito che il regolamento condominiale vieti di tenere animali domestici. Quindi la prima risposta è chiara. Non c’è nessuna possibilità di vietare qualunque presenza di animali domestici nei vari appartamenti del condominio.

Che aspetti? Scopri il trading coi CFD con iBroker
con una demo gratuita con dati in tempo reale e perfettamente funzionante

Provala subito!

L’unica possibilità sarebbe approvare un regolamento condominiale in tal senso prima che uno qualsiasi dei proprietari prenda un animale in casa.

Non basta un regolamento condominiale normale. Occorre che sia un regolamento contratto, cioè deve essere allegato ai vari atti notarili di compravendita ed il condominio deve averlo approvato all’unanimità. Solo così il condominio potrà imporre a tutti gli acquirenti successivi che si tratta di un complesso immobiliare in cui non si possono avere animali.

Quanti animali al massimo in condominio?

A condizioni normali, invece, ogni proprietario può decidere come crede. Non c’è una norma che limiti il numero di animali che si possono avere in un appartamento. Del resto la regola limitativa non c’è nemmeno per le ville o le case libere su quattro lati.

Certo, è vero che nelle case isolate il problema sembra minore. In realtà, a seconda della distanza dai condomini, o dalle altre case vicine, la presenza di cani nel giardino privato può arrecare lo stesso grande disturbo. Per questo motivo si è deciso che la regola dovesse essere la stessa.

Il limite ex art. 844 cod. civ.

L’unico vero limite, oltre al buon senso, è costituito dall’art. 844 del codice civile che vieta le immissioni rumorose superiori alla normale tollerabilità.

Può accadere che i cani del vicino abbaino tutto il giorno perché lasciati soli mentre la famiglia va a lavorare. In questo caso si può chiamare l’ASL che invierà dei tecnici ad effettuare delle misurazioni sonore. Se effettivamente i latrati superano i decibel previsti dalla legge per i rumori in quella zona il condomino infastidito otterrà una perizia che aiuterà molto per vincere la causa in Tribunale.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te