Quante cose possiamo fare con un uovo?

Utilizzato tantissimo in cucina, l’uovo è un ingrediente importante nei piatti salati tanto quanto nei piatti dolci. Se pensiamo al piatto salato è quasi inevitabile non immaginare una gustosa omelette, una frittata di patate o un semplice uovo alla coque.

Se pensiamo al dolce, il tiramisù, le crepes e la torta di mela sono solo alcuni degli infiniti ricettari che contengono l’uovo come ingrediente. Grazie a questo, è possibile anche cimentarsi in creazione di salse, per esempio la maionese o la salsa olandese.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Le uova che più conosciamo e portiamo nelle nostre tavole sono le comuni uova di gallina ma sono tante quelle che possono essere consumate. Tra queste ci sono quelle di quaglia, quelle di anatra ma anche quelle d’oca, di faraona, di tacchino e tante altre ancora.

Alla domanda “quante cose possiamo fare con un uovo?” ci si aggiunge anche la sfera del beauty fai da te. Difatti, oltre ad essere utilizzato in cucina, può essere utilizzato per la creazione di prodotti per il nostro benessere, per esempio la cura dei capelli. Un modo semplice ed economico per concedersi qualche coccola al naturale.

La maschera per capelli

Chi l’ha provato, sostiene doni subito benessere al cuoio capelluto. Sin dal primo utilizzo è possibile notare la maggiore lucentezza e morbidezza del capello. Adatto ad ogni tipo di capello, da quelli secchi a quelli grassi, da quelli sfibrati a quelli normali. Questa maschera aiuta a nutrire i follicoli piliferi incentivando la crescita del capello e lo stesso apparirà rinforzato. Il procedimento è molto semplice: basta avere a portata di mano due uova e dell’olio d’oliva. Frustando i soli tuorli e aggiungendo dell’olio d’oliva, si ottiene una miscela uniforme e cremosa che può già essere applicata sui nostri capelli.

Oltre all’olio d’oliva si può utilizzare l’olio di cocco che risulta anch’esso molto nutriente per il capello.

Per chi non sopporta l’odore dell’uovo è possibile inserire altri ingredienti come l’aceto di mele, l’olio essenziale di lavanda o il tea tree.

Dopo circa mezz’ora di posa, possiamo lavare i capelli con acqua fredda finché non saranno  puliti e successivamente si può procedere allo shampoo abituale.

Da questo articolo possiamo dedurre che le potenzialità dell’uovo non si riducono alle solo frittate.

La prossima volta che ci chiederemo quante cose possiamo fare con un uovo? sicuramente avremo una proposta in più.

Consigliati per te