Quando si rischia di subire la sospensione della patente per 18 mesi e rimanere a piedi?

La sanzione della sospensione della patente è accessoria rispetto ad un’infrazione principale commessa. Essa è prevista in diversi casi, rispetto a violazioni gravi e/o reiterate del Codice della Strada. Ma vediamo, con precisione, quando si rischia di subire la sospensione della patente per 18 mesi e rimanere a piedi. La prima ipotesi ricorre allorquando sussista un’inidoneità temporanea alla guida, derivante ad esempio da una patologia. In tal caso, si ha la sospensione della patente, finché il conducente non ottenga un certificato medico che escluda la patologia. Quindi, il certificato deve attestare che il problema precedente è stato superato e che quindi il soggetto possa tornare a guidare. In questo primo caso, però, la sospensione avverrà non già per 18 mesi ma per tutto il tempo necessario a superare la transitoria incapacità.

Quando ricorre la sospensione per 18 mesi

Nel caso in cui, invece, la sospensione derivi da violazioni del Codice della strada, il periodo è fissato dalla normativa. Quella prescritta per 18 mesi è tra le sanzioni accessorie più gravi. Si deve chiarire, inoltre, che nella maggior parte dei casi, essa deriva dalla recidiva di una violazione. Tale è la reiterazione della stessa violazione, nell’arco di due anni.

Vediamo, quindi, quali sono i casi in cui la sospensione viene comminata come sanzione accessoria.

1) Sospensione per eccesso di velocità

In tal caso, la patente viene sospesa fino a 18 mesi, quando per 2 volte viene rilevato un eccesso di velocità compreso tra i 40 ed i 60 km/h. Sicchè, la prima volta scatta la sanzione accessoria della sospensione da 1 e 3 mesi. La seconda, scatterà quella più grave in commento, che va da da 8 a 18 mesi. Lo stesso dicasi per chi viene fermato al posto di blocco, in superstrada, ad una velocità di oltre 150 km/h se il limite di 110 km/h. Oppure, vale lo stesso per chi viene colto in autostrada, oltre i 170 km/h, ove vige il limite di 130 km/h. In queste ultime ipotesi, non è necessaria la recidiva ma basta una sola infrazione.

2) Sospensione per guida in stato di ebbrezza

In tal caso, vi sono delle variazioni in base al tasso alcolemico. Vediamo quali. Ebbene, se il tasso alcolemico va da 0,5 grammi a 0,8 g/l, per ogni litro di sangue, la sospensione della patente va da 3 a 6 mesi. Se, invece, chi ha bevuto provoca un incidente, la sospensione può arrivare a 2 anni. Poi, in caso di tasso tra 0,8 g/l a 1,5 g/l, si ha una sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno. Infine, se il tasso supera i 1,5 g/l, la sospensione, va da 1 a 2 anni. Per i neopatentati, le regole più stringenti.

3) Sospensione per incidente stradale

Anche in questo caso, se un automobilista abbia provocato un incidente stradale per ben 2 volte, nell’arco di due anni, la sospensione della patente va da 1 a tre mesi. Se, poi, ricorrono delle lesioni personali, la sospensione può arrivare a 2 anni. Arriva, invece, a 4 anni, in caso di omicidio colposo. Altra ipotesi di sospensione fino a 18 mesi si ha quando l’automobilista non si fermi dopo aver provocato il sinistro. In questo caso, potrebbe scattare anche quella della sospensione fino a 5 anni, a seconda della gravità del caso.

4) Sospensione per corse clandestine. Quivi, la sospensione della patente può andare da 1 a 3 anni.

Le altre ipotesi

Ma a parte le 4 ipotesi fin qui descritte, ve ne sono delle altre. Quindi alla domanda: “ quando si rischia di subire la sospensione della patente per 18 mesi e rimanere a piedi?”, bisogna aggiungere altri casi. Tuttavia, nelle fattispecie che elencheremo, la sanzione accessoria è la stessa ma per un periodo più limitato. Si tratta di:

a) guida senza patente valida: sospensione della patente da 3 a 12 mesi;

b) guida di un veicolo per cui non si possiede l’abilitazione: sospensione da 1 a sei mesi;

c) guida contromano con scarsa visibilità: sospensione da 1 a 3 mesi, o da 2 a 6 mesi in caso di recidiva;

d) passaggio con il semaforo rosso o quando un agente del traffico lo vieta: sospensione da 1 a 3 mesi;

e) sorpasso vietato o pericoloso: sospensione da 1 a 6 mesi;

f) mancata precedenza: sospensione da 1 a 3 mesi;

g) uso del telefonino alla guida: sospensione da 1 a 3 mesi (in caso di recidiva), H) mancato uso delle cinture di sicurezza e guida con carta di circolazione o patente sospese.

Consigliati per te