Quando i valori del colesterolo HDL e LDL possono far scattare l’allarme

Negli esseri umani il rischio cardiovascolare è correlato, tra l’altro, ai valori del colesterolo. Ma c’è colesterolo e colesterolo, in quanto c’è quello buono identificato con la sigla HDL (High-Density Lipoprotein), e quello cattivo la cui sigla è LDL (Low-Density-Lipoproteins). Ed allora, quando i valori del colesterolo HDL e LDL possono far scattare l’allarme? Al riguardo c’è da dire che l’aumento del rischio cardiovascolare non è strettamente correlato all’HDL, ovverosia al colesterolo delle lipoproteine ad alta densità.

Quando i valori del colesterolo HDL e LDL possono far scattare l’allarme

Il valore da attenzionare è infatti quello relativo al colesterolo cattivo o LDL che, se troppo alto, porta ad un aumento del rischio di ictus o di infarto. E questo specie se agli elevati livelli di colesterolo si aggiunge uno stile vita lontanamente sano ed equilibrato. Tra fumo, consumo di alcool, alimentazione scorretta e vita sedentaria.

SCOPRI L'OFFERTA SPECIALE
Acquista ora XW 6.0 dal sito web ufficiale

CLICCA QUI

Smartwatch

Nel dettaglio, con il colesterolo LDL sotto i 130 mg/dl, ed un colesterolo totale sotto 200 mg/dl, di norma il rischio cardiovascolare è basso. Mentre con l’LDL stabilmente sopra i 160 mg/dl diventa alto il rischio di ipercolesterolemia che può portare ad una pericolosa ostruzione delle arterie.

Come far rientrare i valori troppo alti del colesterolo cattivo

In tal caso bisogna fare e rifare periodicamente gli esami del sangue sotto stretto controllo da parte del medico. E magari abbandonare alla svelta le cattive abitudini sopra indicate. I livelli complessivi del colesterolo, a partire proprio dai valori dell’LDL, possono infatti rientrare iniziando a seguire una dieta sana ed equilibrata e, con il regime alimentare indicato da un nutrizionista, perdere peso in caso di obesità.

E questo perché, senza gli esami del sangue, il colesterolo alto purtroppo è subdolo. In quanto nel corpo umano non dà alcun sintomo. Se non quando, senza i controlli e senza la prevenzione, può essere poi troppo tardi per restare in buona salute.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

Consigliati per te