Quando è possibile la cessione dei beni per estinguere il debito di una srl?

La cessione dei beni ai creditori può rappresentare una valida manovra per liberarsi dai debiti contratti con una srl. Tuttavia, detta strada non è sempre percorribile e vi sono delle condizioni affinché essa possa operare. Sicchè, si ci chiede: “quando è possibile la cessione dei beni per estinguere il debito di una srl?”. Anzitutto, occorre precisare che, poiché la cessione dei beni è un contratto, esso va accettato dalla controparte cedente o creditore. Nel qual caso, se quest’ultimo fosse l’Agenzia delle Entrate, occorrerà il consenso della stessa all’operazione.

Sicchè, essa, in caso di accettazione, avrebbe il compito di vendere tutti o alcuni dei beni ceduti, in modo da potersi soddisfare sul prezzo della vendita. Senonchè, la cessione dei beni presuppone anche il conferimento al cessionario di un mandato affinché esso amministri e venda tutti o alcuni dei beni ceduti. In tal modo, si avrà la liberazione totale o parziale dai debiti. In definitiva, occorre rivolgersi ai creditori, tra i quali può rientrare l’Agenzia delle Entrate, esprimendo la disponibilità a procedere con questo tipo di operazione. Dopodiché, sarà la controparte a decidere, se ed in quali termini, sia disposta a sottoscrivere un contratto di cessione.

Prestito in convenzione
Prestito in convenzione

Vantaggi e svantaggi della cessione dei beni

Abbiamo visto, quando è possibile la cessione dei beni, per estinguere il debito di una srl, precisando che occorre il consenso del cessionario. Ora soffermiamoci sugli eventuali vantaggi e svantaggi della discorrenda operazione. In generale, il vantaggio per il creditore che accetta la cessione, sta nella possibilità di accedere ad una soddisfazione maggiore rispetto a quella che ricorrerebbe in caso di fallimento del debitore. Dal lato opposto, sussistono, però, degli oneri connessi alla gestione ed amministrazione dei beni, oggetto della cessione.

Si pensi all’ipotesi di cessione alternativa al pignoramento dei beni immobili del debitore. Ebbene, in tal caso, l’Agenzia delle Entrate, il più delle volte, invece di procedere al pignoramento, iscrive semplicemente ipoteca sull’immobile. Ciò presuppone che essa non reputi di ottenere grande soddisfazione economica dalla vendita all’asta del bene stesso. Diversamente, in caso di cessione dei beni, l’Agenzia, potrebbe gestire la trattativa autonomamente, con la conseguenza di poter ottenere un maggiore introito dalla vendita. Per tutte queste ragioni, è conveniente tentare una cessione dei beni per estinguere i debiti di una srl.

Consigliati per te