Quando conviene accettare l’eredità con beneficio d’inventario 

Per diventare erede occorre che il chiamato alla successione dichiari di volerla accettare oppure ponga in essere un comportamento che implichi una tacita volontà di accettarla. L’accettazione espressa può essere  pura e semplice oppure con beneficio d’inventario. Quando conviene accettare l’eredità con beneficio d’inventario? Poiché l’accettazione comporta che l’erede acquisti l’eredità unendola al proprio patrimonio, può succedere che, essendo le passività ereditate superiori all’attivo, egli debba ripianare i debiti del defunto utilizzando il proprio patrimonio. Gli Esperti di ProiezionidiBorsa  in questo articolo spiegheranno cosa l’erede può fare per evitare questo pericolo. Quando conviene accettare l’eredità con beneficio d’inventario.

Quando conviene accettare l’eredità con beneficio d’inventario

Il chiamato all’eredità per evitare di dover rispondere con il proprio patrimonio delle passività ereditate, quando queste risultano superiori all’attivo, può accettare con beneficio d’inventario (art. 510 c.c.). Si consiglia questo tipo di accettazione quando non è chiaro inizialmente a quanto ammonti l’attivo e il passivo del patrimonio da ereditare. In particolare, quando l’erede teme di vedere i propri beni personali sottoposti all’azione esecutiva dei creditori del defunto. Questo tipo di accettazione non ha senso quando si ha la certezza che le passività siano superiori.  In questo caso, si consiglia di rinunciare ad ereditare oppure di accettare in modo puro e semplice. Qualora si scelga questa opzione, chi accetta l’eredità vuole ripianare moralmente i debiti del defunto con il proprio patrimonio.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

L’accettazione con beneficio d’inventario nei confronti degli altri chiamati

L’accettazione con il beneficio d’inventario giova a tutti gli altri chiamati anche se fatta da uno solo di questi. Ed anche quando l’inventario è compiuto da un chiamato diverso da quello che ha fatto la dichiarazione. Non può, invece, giovare in alcun modo a chi abbia accettato l’eredità in maniera pura e semplice.

Quali sono i soggetti obbligati ad accettare con beneficio

Alcuni soggetti possono accettare l’eredità solo col beneficio d’inventario. Tra questi i minori e gli interdetti, i minori emancipati e inabilitati, le persone giuridiche, le associazioni, fondazioni ed enti.

Qui, invece, i Professionisti di ProiezionidiBorsa spiegano ai lettori quali sono i documenti necessari per accettare l’eredità con il beneficio d’inventario e quali sono i costi.

Consigliati per te