Quando bisogna usare il ghiaccio e quando il caldo per far passare mali e dolori al corpo?

Gli acciacchi, le botte e i dolori vari interessano tutti noi. Imparare a trattare in modo tempestivo e efficace la zona interessata può aiutarci a sconfiggere velocemente il male. Non sempre però sappiamo esattamente cosa fare. Quando bisogna usare il ghiaccio e quando il caldo per far passare mali e dolori al corpo? Il loro utilizzo dipende dalla causa del dolore. Scopriamo quando usarli leggendo questa breve guida.

Quando applicare il caldo

La termoterapia, cioè l’applicazione di qualcosa di caldo sul punto dolorante, aumenta la circolazione del sangue. I vasi sanguigni perciò si dilatano e portano più ossigeno al punto interessato. In questo modo il dolore diminuisce.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

Quando dobbiamo applicare qualcosa di caldo? Usiamo la termoterapia contro dolori cronici, crampi mestruali, artrosi, cervicale, mal di testa da contrazione, crampi, colpo della strega, contratture e rigidità muscolari. I dolori dovuti a colpi d’aria, stress, sedentarietà, posture e movimenti sbagliati vanno trattati con il caldo.

Come applicare il caldo nella zona interessata? Possiamo usare un pratico scaldino (scopriamo come farne uno efficace e a costo bassissimo) e lasciarlo sul punto dolorante per circa 20-30 minuti.

Quando bisogna usare il ghiaccio e quando il caldo per far passare mali e dolori al corpo?

Il contrario della termoterapia è la crioterapia, cioè l’applicazione del freddo. Il ghiaccio e il freddo rallentano l’afflusso di sangue nel punto di applicazione. In questo modo rossore, gonfiore e dolore si attenuano velocemente.

Quando dobbiamo usare il freddo? Il freddo va applicato in tutti casi di infiammazioni, infezioni e traumi. Usiamolo quindi quando prendiamo una botta o una storta, se abbiamo uno strappo muscolare o una distorsione. Solitamente le zone interessate sono le articolazioni (spalla, gomito, polso, mano, ginocchia, caviglia, piede) e i tendini. Il ghiaccio riduce subito ematomi, versamenti, edemi, gonfiori e arrossamenti e per questo ci dona sollievo.

Come dobbiamo applicare il freddo? Usiamo del ghiaccio avvolto in una stoffa e non a contatto diretto con la pelle. Lasciamolo agire per almeno 10-15 minuti. Nel caso di dolori più persistenti applichiamo il ghiaccio almeno 3 volte al giorno.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te