Quando aumenta la polizza in caso di incidente?

Quando facciamo un incidente, la prima cosa che viene da chiedersi, è quali saranno le conseguenze sulla RC auto. Infatti, a volte, se il danno cagionato non è eccessivo, conviene quasi pagarne le spese di tasca propria. Ciò, considerato che l’aumento della polizza ci seguirà per gli anni a seguire, unitamente al peggioramento della classe di merito. Sicchè, per capire quanto si dovrà pagare di più, potremo rivolgerci all’agenzia assicuratrice, oppure fare un calcolo autonomamente. Ebbene, in quest’articolo, cercheremo di chiarire, proprio, quanto aumenta la polizza in caso di incidente.

Perdita della classe di merito

La classe di merito è un parametro, utilizzato dalle compagnie assicurative per misurare l’affidabilità dell’automobilista, in base al numero di incidenti commessi. Esemplificativamente, i clienti che si trovano nella prima sono i più virtuosi, mentre quelli che si trovano nella diciottesima sono quelli che commettono più incidenti. Naturalmente, più bassa sarà la classe di merito, minore sarà il costo della polizza. Tuttavia, quando una persona stipula una polizza auto per la prima volta, di norma, gli viene assegnata la classe di merito 14. Ciò, salvo che non possa avvalersi della classe di merito di un altro componente della famiglia. Sicchè, in caso di incidente, ci sarà la perdita della classe di merito di appartenenza con un conseguente aumento del prezzo del premio assicurativo.

Ad esempio, se una persona che ha la classe di merito 5, commette un incidente, passerà nella 7. Detto declassamento viene definito malus. Se, invece, all’opposto, nell’arco di 1 anno, una persona con classe 5 non commette alcun sinistro, l’anno successivo gli verrà attribuita la classe 4. Ciò, in virtù del cosiddetto bonus. Va chiarito, però, che il malus, scatta solo quando la responsabilità dell’automobilista è superiore al 50%. Nel caso in cui, invece, si verifichi un concorso di colpa, questi non perderà la classe di merito di appartenenza ma subirà solo un aumento dell’assicurazione.

Come si calcola l’aumento del premio assicurativo dopo un incidente

Precisato cosa accade in ordine alla classe di merito, passiamo ad esaminare di quanto aumenta la polizza in caso di incidente. Dopo un incidente stradale, come anticipato, l’automobilista può pagare i danni provocati, oppure può chiedere l’intervento della compagnia assicuratrice. Come detto, se il danno è di lieve entità, conviene pagare direttamente il danneggiato. Se, invece, si accede alla seconda opzione, allora, è bene prendere in considerazione gli aspetti che, di seguito, si esporranno. Anzitutto, l’aumento della polizza è sempre proporzionato all’entità del danno e, soprattutto, alla classe di merito di partenza.

Se, ad esempio, il danneggiante si trova nella classe 3 subirà un aumento inferiore rispetto a chi si trovi nella classe 14. Secondo elemento da prendere in considerazione, ai fini dell’aumento, è l’età dell’automobilista. Sul punto, si precisa che le condizioni più sfavorevoli si riverbereranno, sicuramente, a carico del neopatentato, rispetto a colui che gode di maggiore esperienza. Sicchè, per per conoscere esattamente l’ammontare dell’aumento, bisognerà rivolgersi alla propria assicurazione, ove si terrà conto anche del tipo di polizza stipulata. In generale, dopo un incidente, la polizza auto subisce un aumento che va dal 30% al 240%. Le variabili, possono essere tutte quelle sopra indicate, ossia: entità del danno, classe di partenza, età dell’automobilista ecc.

Consigliati per te