Quali sono le sanzioni previste per chi ostacola un pronto soccorso

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

La regola secondo cui alla sirena dell’autombulanza, è necessario lasciare libero il passaggio, non è solo una regola di civiltà. Infatti, il comma 3 dell’art. 117 del Codice della Strada, stabilisce che: “chiunque si trovi sulla strada percorsa dai veicoli di soccorso […] appena udito il segnale acustico supplementare di allarme, ha l’obbligo di lasciare libero il passo e, se necessario, di fermarsi”. Quindi, nel caso descritto, si ha l’obbligo di rallentare, accostare, per non ostacolare la marcia delle autoambulanze o altri mezzi di soccorso. Chiarito quale sia l’obbligo prescritto, vediamo quali sono le sanzioni previste per chi ostacola un pronto soccorso. Stando a quanto anticipato, vi sono certamente sanzioni amministrative ma è bene sapere che sono previste anche sanzioni penali.

Sanzioni amministrative

Per quanto attiene alle sanzioni amministrative, si rinvia al comma 5 dell’art. 177 che prevede una multa che va da euro 41 a euro 168. Essa si applica anche all’automobilista che approfitta del varco apertosi nel traffico per far passare l’ambulanza.  A parte la sanzione pecuniaria, vi possono essere conseguenze ben più significative per chi ostacola il passaggio di veicoli adibiti a servizi di polizia o antincendio. Lo stesso dicasi in caso di ostacolo a mezzi della protezione civile e, come detto, alle autoambulanze.

Che aspetti? Scopri il trading coi CFD con iBroker
con una demo gratuita con dati in tempo reale e perfettamente funzionante

Provala subito!

Conseguenze penali

Per rispondere puntualmente al quesito su quali sono le sanzioni previste per chi ostacola un pronto soccorso, vediamo anche quali reati possono ricorrere nel caso di specie. Ebbene, sono configurabili ben 4 tipi di reato, ossia: la violenza privata (art. 610 del Codice Penale), l’interruzione di pubblico servizio (art. 340 c.p.). Poi, abbiamo le lesioni colpose (art. 590 c.p.) e, addirittura, l’omicidio colposo (art. 589 c.p.). Il primo può ricorrere qualora si parcheggi l’auto dinanzi ad un’abitazione, bloccando il passaggio di un altro mezzo. L’interruzione di pubblico servizio si può verificare, invece, nell’ipotesi di ostacolo al passaggio di un’ambulanza a sirene accese. In tal caso, infatti, si cagiona un’interruzione o un turbamento della regolarità di un servizio pubblico o di pubblica necessità.

Infine, le due ipotesi di reato di omicidio e lesioni colpose, possono ricorrere allorquando chi ostacola il passaggio dell’autoambulanza, in qualsiasi modo, ritardi i soccorsi. Nel qual caso, se da tale condotta, scaturiscano conseguenze a carico del ferito, in termini, appunto, di morte o lesioni, se ne risponde colposamente.

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te